Cerca

Pallavolo Femminile

B2 - CivitaLad, Grechi: "Le mie ragazze sono state bravissime"

Il coach tirrenico torna sulla straordinaria impresa e sulla promozione in Serie B1 della sua formazione

07 Giugno 2021

Pietro Grechi (©Cippitelli)

Pietro Grechi, coach del CivitaLad (©Domenico Cippitelli)

E' stata una stagione da incorniciare per CivitaLadispoli. Con il doppio 3-0 nella finale contro la United Pomezia, la formazione tirrenica ha conquistato la promozione in Serie B1. Un traguardo meritato per le ragazze di coach Pietro Grechi che hanno saputo esprimere un'organizzazione al limite della perfezione nell'arco dell'intera annata sportiva.

Il bilancio del tecnico Stagione, vittoria e futuro, coach Pietro Grechi prova a a descrivere le emozioni per la straordinaria impresa: "E' andata benissimo. Certamente non ci aspettavamo di vincere le due partite con il punteggio di 3-0, anche se nell'ultimo mese le mie ragazze hanno compiuto un passo in avanti sotto il profilo tecnico e della qualità in allenamento ed in alcune fasi di gioco. Ero fiducioso sulla loro prestazione contro un'ottima squadra composta da giocatrici esperte. Faccio i complimenti alle mie ragazze, hanno giocato due grandi partite e sono state davvero brave".

Faccio i complimenti alle mie ragazze. Hanno giocato due grandi partite e sono state davvero brave

Analizzando la stagione appena conclusa, il tecnico tirrenico spiega: "Eravamo partiti ad inizio stagione con l'obiettivo di raggiungere la finale. E' vero che molte giocatrici le conoscevo bene per averle già allenate, ma metà della rosa era nuova, quindi non conosceva il gioco. Abbiamo portato avanti un gran lavoro sia come società che come staff". E' ancora presto, invece, per parlare di futuro: "In questo momento tutto è in mano alla società. Noi abbiamo svolto al meglio il nostro lavoro in campo, ma ora è il tempo dei confronti. Dovranno riunirsi e vedere cosa di potrà fare per il prossimo anno".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE