Cerca

pallavolo femminile

B2 - Nessuna rivoluzione, Ostia sceglie la continuità

La compagine lidense si prepara al ritorno nel campionato nazionale puntando sul gruppo storico e giovani di prospettiva

09 Settembre 2021

Ostia Volley

Ostia, pronta per la B2 (Foto ©Cassoni)

Il presidente Colantonio lo aveva preannunciato qualche settimana dopo la vittoria del campionato e la promozione in Serie B2: Ostia non avrebbe effettuato rivoluzioni. E così fin qui è stato. La compagine lidense si è rinnovata sì, ma con le dovute proporzioni, pronta a giocarsi le sue carte all'interno del nuovo scenario nazionale, ma senza spese folli o distruggendo quanto di buono il gruppo abbia costruito in questi anni e nella passata stagione. C'è qualche volto nuovo, al momento tre, e si è puntato anche in questo caso a giovani talenti da far crescere e maturare con i colori biancazzurri indosso. Ad orchestrare le mosse precampionato di Ostia è il ds Flavio Arfelli che ha così commentato la sua conferma e le mosse che sono state fatte "Partiamo dalla promozione in B2, risultato perfettamente centrato come obiettivo ma costruito con tanto sacrificio a cominciare dal presidente Pietro Colantonio, essendo colui che tiene viva la storia di questa gloriosa, per arrivare agli allenatori Francesco (Ortolani, primo allenatore) e Fabrizio (Berger, assistente) e il preparatore Emanuele Stazi, che hanno forgiato la squadra dal punto di vista fisico e tecnico-tattico. Per la stagione che sta per iniziare abbiamo voluto allestire una squadra che abbia le stesse caratteristiche dello scorso anno, ma ringiovanita per una parte con ragazze di grandi speranze". E questi volti nuovi rispondono al nome di Martina Patrignani (pallegiatrice, 2004) Francesca Catanesi (palleggiatrice, 2005) Beatrice Giusti (libero) che arriva dalla Duemila12 e Alessie Avellini, centrale ex Andrea Doria che quindi conosce già la B2. Poi una lunga serie di conferme. Chiara Cardarelli, schiacciatrice classe 2003, Valentina Caracci, centrale, Aurora Trima, opposto, Federica Ricci, Francesca Corrao e Roberta Sorella. Un gruppo di nove giocatrici che verrà via via definito col passare delle settimane e si preparerà ad affrontare un raggruppamento (il girone N) che vedrà Ostia giocarsi le sue carte da neopromossa insieme alla Revolution e a Talete, al cospetto di realtà laziali rodate come Fenice ed Andrea Doria, insieme all'incognita rappresentata dalle formazioni sarde. Una sfida in più, quindi, per una realtà come quella biancazzurra che ha ritrovato un campionato che conosceva ed ha tutta l'intenzione di volerlo mantenere, prima di poter riprendere la marcia verso obiettivi sempre più ambiziosi e, magari, contraddistinti da un'altra lettera dell'alfabeto come già successo in passato. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE