Cerca

pallanuoto femminile

A1 - La SIS Roma si è presentata: "Siamo stanchi del secondo posto..."

Il club capitolino, ormai un'istituzione in Italia, ha alzato il sipario sulla nuova stagione e sui suoi obiettivi

22 Settembre 2021

Sis Roma al completo

Sis Roma al completo (Foto ©Alessandro Sabeone)

La Sala d'Onore del Coni ha ospitato, ieri pomeriggio, la presentazione della stagione agonistica della SIS Roma e della squadra di pallanuoto di serie A1 femminile. E' stata una festa ed anche la maniera giusta per fare squadra e rivedersi, tutti assieme, di presenza. Assieme al Presidente della SIS Roma Flavio Giustolisi hanno partecipato: Roberto Cipolletti, Presidente Regionale dell'Ente di promozione sportiva ASI, Gianpiero Mauretti, Presidente Comitato Regionale FIN Lazio, Alessandro Cochi, Responsabile sport per FdI e Fabio Conti, DT Pallanuoto. Anche quest'anno la pallanuoto romana ha affidato alla SIS Roma l'onore-onere di provare a portare all'ombra del Cupolone lo scudetto. Lo ha accennato proprio Gianpiero Mauretti nel suo intervento di saluto. Si tratta di un obiettivo inseguito da anni, sognato, sfiorato e sempre più vicino nonostante il valore delle avversarie. Anche quest'anno sarà una sfida fino all'ultima giornata.

Flavio Giustolisi "Intanto oggi è bello rivederci di presenza qui nel tempio dello sport italiano. Sono due anni che non facciamo la presentazione della società ed essere qui, oggi, è un grande risultato. Sono stati due anni faticosi e difficili, soprattutto per la gestione degli impianti sportivi gravemente penalizzati dalla pandemia, ma nonostante questo abbiamo raggiunto prestigiosi risultati in tutte le discipline. Oggi, siamo una realtà importante, sia nel mondo della gestione degli impianti e sia in ambito agonistico. Devo confessare una cosa.... - continua Giustolisi riferito alla pallanuoto femminile che resta il fiore all'occhiello della società – siamo stanchi del secondo posto e speriamo che questa sia la stagione giusta. Crediamo in questa squadra e nella sua definitiva valorizzazione. Avevamo iniziato, tanti anni fa, puntando solo sul nostro settore giovanile e quando sono arrivati i primi risultati abbiamo, da subito, accarezzato l'idea che potevamo essere noi la prima squadra di pallanuoto femminile a portare lo scudetto a Roma. Da essere una squadra competitiva siamo diventati una squadra vincente ed una società apprezzata e temuta in Italia ed all'estero. Ad iniziare dalla Coppa Italia vogliamo essere competitivi ed in corsa sino alla fine".

Il tecnico Marco Capanna "La più grande conquista, dopo gli ultimi due anni di pandemia, che hanno forgiato questa squadra e società, possiamo dire che sia il ‘taglio’ europeo che ci siamo dati e che prima non avevamo. Un ruolo nuovo, diverso, che ci impone un cambio di passo, una maggiore determinazione. L'anno scorso ci siamo accorti che per riuscire a vincere occorreva migliorare in presenza, esperienza, personalità ed anche nell'organico.Quest'anno abbiamo una rosa di qualità che, secondo noi, abbiamo completato e migliorato come si doveva. Il resto lo farà il lavoro quotidiano in piscina, l'impegno individuale e la voglia di vincere. La nuova rosa ha mantenuto una caratteristica fondamentale della SIS Roma, abbiamo una formazione, che ha un'età media di 21 anni".


Al via la Coppa Italia Si parte tra pochi giorni con la Coppa Italia (dal 24 al 26 settembre i preliminari presso il Centro Federale di Ostia) e sono diverse le squadre in grado di vincere. Tra queste c'è anche la SIS. Per il team di Marco Capanna si tratta delle prime verifiche stagionali, la Coppa Italia è un test necessario per acquisire il giusto passo ed assestare gli equilibri di gioco. Vedere le ragazze al lavoro con i tre punti in palio sarà dunque determinante per il prosieguo della stagione. La SIS Roma vuole essere protagonista fino alla fine, l'obiettivo è di regalare, comunque, a Roma un trofeo di grande prestigio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE