Cerca

pallavolo

Burlandi abbraccia la Roma: "Le nostre società saranno il vostro volano"

Il presidente della FIPAV Lazio, intervenuto alla presentazione della squadra, ha elogiato il lavoro del club e mostrato la vicinanza del movimento regionale

28 Settembre 2021

Andrea Burlandi

Andrea Burlandi, presidente della FIPAV Lazio (Foto ©Paganotti)

Non ha fatto mancare il suo appoggio il presidente della FIPAV Lazio Andrea Burlandi, intervenuto alla presentazione della Roma, pronta per giocarsi le sue carte in A1. Il numero 1 del volley laziale non ha usato parole di circostanza, ma il suo appoggio, e quindi quello di tutto il movimento, alla società giallorossa è assolutamente vivo e tangibile. L'auspicio del presidente è quello che le Wolves possano dar vita ad un ciclo. "Celebriamo una cosa importantissima - esordisce - il ritorno di Roma sui massimi palcoscenici della pallavolo femminile. La nostra realtà si è distinta spesso per eventi internazionali, con una risposta di pubblico enorme e quindi avevamo il cruccio di non avere una stabilità sia a livello maschile che femminile. Io mi auguro che questo sia il primo mattone che porti all'inizio di un ciclo, a quella che deve diventare una tradizione, ossia che ogni domenica c'è una partita di A1 da vedere. Tutto questo nasce da una società che non nasce per la A, ma che ha le sue radici nel lavoro quotidiano, nata nella palestra del Divino Amore e che nel corso degli anni con la passione dei dirigenti ha saputo darsi una struttura e degli obiettivi che poi ha raggiunto. Il campionato che andranno ad affrontare è davvero il più importante del mondo, alcune squadre che affronteranno sono delle supersquadre, lo sappiamo tutti e quindi oggi gli obiettivi sono ancora più importanti. Ma proprio oggi (ieri, ndr) stiamo toccando con mano la grande spinta emotiva che la pallavolo sa dare (in riferimento agli Europei vinti) ed il grande spirito di amicizia e positività che ne consegue. Le società di base, stanno ripartendo ed avere una squadra in A può essere la spinta decisiva affinché tutto il movimento riparta alla grande. La grande impresa che dovrà fare questo gruppo non è tanto in campionato, per quello deciderà il campo, ma quella di riempire il Palazzo dello Sport, per far sì che Roma risponda alla grande a questa novità, a cui tutti ci dobbiamo affezionare. Quello che può fare il comitato è essere volano di promozione tramite le altre società. Ritengo, da questo punto di vista che la linea scelta è proprio quella di collaborare col territorio e quindi ci sarà un terreno fertile per trovare le migliori strategie che facciano affezionare il pubblico alle loro gesta. Su questa sfida ci siamo più volte confrontati con la società, ho chiesto loro se fossero sicuri. Averla accettata, con tutti i pro ed i contro, è un qualcosa che fa tremare i polsi". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE