Cerca

basket

D - Cisterna vittoriosa nel derby contro Pontinia tra le mura amiche

Dopo la vittoria in trasferta con Cerveteri, Fortitudo che torna alla vittoria anche in casa contro la Virtus di Morassi

01 Marzo 2022

Cisterna - Pontinia

Cisterna vince il derby contro Pontinia

FORTITUDO CISTERNA VIRTUS PONTINIA 64-58

FORTITUDO CISTERNA Fagnani ne, Vergara, Del Vecchio 3, Mastrantonio 2, Lupoli 29, Carnevale 8, A. Fratoni, Al. Fratoni ne, Giacomin 8, Sorge 8, Romano, Wish Diaz 6 ALLENATORE Petrucci

VIRTUS PONTINIA Zibella ne, Nardin 18, Mansutti 4, Mirabella ne, Catone, Riccardi ne, Fiorentino 5, Cucchiaro 16, Baratto 2, Carboni 9, Cassandra 4 ALLENATORE Morassi

Partita difficile, intensa e sofferta. Cisterna rischia di inciampare sul finale di una partita condotta per 40 minuti di gioco contro un avversario difficile e mai domo. Cisterna soffre, ma vince perché il suo collettivo può contare su individualità importanti. Apparentemente un contro senso, ma così non è. Pontinia sfrutta la fisicità dei suoi lunghi per togliere ossigeno a capitan Sorge e ci riesce bene tanto che lo score del capitano cisternese resta insolitamente sotto la doppia cifra. Un evento forse più unico che raro. Ma coach Petrucci mantiene i nervi saldi e con lui l’intera panchina, al netto di ogni condizionamento esterno. Ed è così che il collettivo si mette al servizio di Pierluigi Lupoli che nella difesa avversaria riesce a trovare gli spazi giusti per andare ripetutamente al tiro forte anche di una tripla da cecchino vero della linea dei 6 metri e 75 centimetri. Lupoli ripaga tutta la fiducia dei compagni che ripongo nelle sue mani tutta la speranza della squadra e di un intero palazzetto e lo fa regalando loro una prestazione magistrale fatta di 29 punti con ben 5 triple messe a referto. Coach Petrucci ed i suoi ragazzi avevano una gran voglia di tornare alla vittoria davanti al pubblico di casa. Lo si è visto subito dalla palla a due, dai primi momenti di gioco, dalle prime azioni rapide e precise che in pochi minuti portano Cisterna a più otto su Pontinia. Apre il tabellino Sorge poi Lupoli, Carnevale e Gioacomin mettono a segno un parziale di 10-2. La Virtus prende fiducia e piano piano riduce il distacco arrivando alla fine dei primi 10 minuti di gioco sotto di 4 punti. Nella seconda frazione Wish Diaz (esordio casalingo) ripaga la fiducia di Petrucci che lo aveva chiamato in campo nelle battute finali del primo quarto. L’impatto di Diaz con la partita è buono ed i primi punti di Cisterna nel secondo quarto portano la sua firma. Una tripla di Lupoli consente un primo allungo a +7 sugli ospiti. Poi di nuovo Diaz dal pitturato. Lupoli è incontenibile e ne piazza un’altra fuori dal cerchio. Giacomin e di nuovo Diaz portano Cisterna a +16 (31-15) con un parziale di 12-0 quando sono trascorsi circa cinque minuti di gioco. Pontinia reagisce e mette a segno una tripla che dà fiducia ai ragazzi di coach D’Alessio. Pontinia guadagna l’inerzia del gioco e la difesa di Cisterna va in blackout raggiungendo presto il bonus per quinto fallo di squadra. Pontinia approfitta della situazione tanto che nei minuti finali della seconda frazione di gioco mette a referto ben 7 tiri liberi ed un solo canestro su azione. Si va al riposo con il vantaggio ridotto a +6 per i padroni di casa e con Pontinia galvanizzata dal buon parziale finale. Dopo la pausa lunga Cisterna incappa in un momento decisamente complicato. Capitan Sorge fatica a trovare il canestro e con lui il resto dei compagni. Le sorti della partita passano per le mani di Lupoli che il canestro riesce a trovarlo con apparente facilità sia dal pitturato che dalla linea dei tre punti. Sono suoi i primi 10 punti del terzo quarto, poi 5 di Sorge e altri due di Lupoli per chiudere la terza frazione di gioco sul punteggio di 52-46. Gli ultimi dieci minuti di gioco sono quelli decisivi. Cisterna riparte con Carnevale Lupoli e Sorge a canestro ma Pontina non molla e si porta a -2 quando manca meno di un giro di lancette alla fine del match. Pontinia ormai crede possibile il sorpasso, ma Lupoli, ancora lui, riporta il sorriso e l’entusiasmo sugli spalti con un viaggio in lunetta da 2 su 2 e con una palla letteralmente rubata che gli permette di metterla a canestro in solitaria.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni