Cerca

pallavolo femminile

B1 - Lo United Pomezia non si ferma. Palermo: "Secondo posto? Perché no"

Prosegue la grande stagione delle pometine neopromosse che nell'ultimo turno ha battuto 3-0 Jesi

06 Aprile 2022

Eleonora Palermo

Eleonora Palermo, martello dello United

Lo United Volley Pomezia non si ferma. La formazione di coach Alessandro Nulli Moroni ha vinto anche la partita interna contro Jesi e lo ha fatto con un convincente 3-0 che però non racconta le difficoltà che ci sono state e che si capiscono di più osservando i parziali (26-24, 25-19 e 25-20). “Il primo set è stato molto tirato, non abbiamo giocato ai nostri soliti ritmi – dice il giovane martello classe 2003 Eleonora Palermo, ritratta nella foto di Fabio Angelini – Il Covid e la partita di tre giorni prima con Isernia hanno sicuramente inciso, poi ci sono i meriti delle marchigiane che sono cresciute tanto. Nel secondo set siamo state sempre avanti, mentre nel terzo c’è stato un calo: loro hanno cominciato meglio, ma noi abbiamo fatto una grossa rimonta”. Lo United Volley Pomezia è al terzo posto, a sei lunghezze dal Castel Franco che però ha giocato ben tre gare in più: “Il pensiero al secondo posto ce lo facciamo sicuramente, è bello giocare un campionato come questo perché tutte le squadre sono cresciute partita dopo partita. Non abbiamo pretese in quanto siamo neopromosse, ma siamo una squadra a cui non piace perdere e quindi faremo di tutto per terminare in bellezza la stagione”. Adesso arriva una settimana intera di lavoro, poi sabato ci sarà l’affascinante sfida sul campo del Perugia prima in classifica: “C’è grande rispetto per un avversario che ha vinto 17 partite su 19, ma siamo consapevoli di avere tutte le carte in regola per fare una bella partita”. La Palermo sta vivendo un’esperienza estremamente formativa in un campionato complicato come la B1: “E’ il mio primo anno in questa categoria. L’anno scorso giocavo in B2 col Volley Friends, ma fu un campionato particolare, condizionato dal Covid. In B1 il gioco è certamente più veloce, ma in questo gruppo mi trovo benissimo e le compagne mi hanno accolto alla grande e aiutato tanto a crescere. Sono contenta dello spazio che mi sto ritagliando e spero di continuare a dare il mio contributo alla squadra quando c’è la possibilità”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE