Cerca

basket

C Silver - Coach Nardone rinnova il suo rapporto con Cassino

Ottenuta la promozione il tecnico rimane insieme al club per un'altra stagione

25 Luglio 2022

Fabio Nardone

Fabio Nardone rimane a Cassino

Il basket Cassino comunica che il coach Fabio Nardone ha prolungato il contratto di collaborazione di un anno e sarà legato alla società bianco celeste fino al 30 giugno 2024. Dopo il biennale sottoscritto lo scorso anno, la dirigenza ha ratificato il nuovo accordo che prevede la permanenza a Cassino per i prossimi due anni sportivi. Viva soddisfazione tra gli addetti ai lavori e tra i giocatori che si sono legati emotivamente a Fabio, diventato un esempio per tutti. I risultati eccezionali ottenuti parlano a favore di quest’ uomo che, con la sua competenza, ha contribuito a compiere un vero miracolo culminato con la promozione in C Gold. Lo abbiamo sentito e riportiamo le sue impressioni a caldo: "Coach sodisfatto per il nuovo accordo? “,“Beh, come non potrei esserlo, ringrazio il presidente e la dirigenza per questa grande attestazione di stima e di affetto nei miei confronti per il lavoro svolto insieme allo staff tecnico .La scorsa stagione appena terminata verrà ricordata a lungo da tutti, quello che abbiamo ottenuto, nonostante le difficoltà incontrate, rimarrà nella storia! Una stagione che mi ha dato forti emozioni e che ha avuto due fasi: la prima con la costruzione del roster, con atleti che da subito tra loro hanno preso energia, empatia, grinta e determinazione diventando, nella prima parte del torneo, assoluti protagonisti con una serie di vittorie incredibili. Successivamente, gli infortuni e il covid, hanno determinato una ricaduta negativa sulla squadra che, pur avendo vissuto un momento di difficoltà, non ha mollato! Mi preme riportare un particolare che mi rende orgoglioso dei nostri ragazzi: quando tutti pensavano che saremmo crollati, abbiamo saputo ritrovare energia e vinto con merito questo campionato. I ragazzi hanno seguito alla lettera tutte le mie indicazioni, sono stati incredibili ed io sono fiero di loro per quello che mi hanno dato. Vincere due partite in casa della Fonte Roma che non aveva mai perso in casa e vincere la finale con altre due vittorie sul parquet di Sora, ancora oggi a distanza di un mese , mi fa venire la pelle d’oca. Dopo la festa della promozione sono tornato a Cassino i primi di luglio per preparare le schede per i ragazzi senior e under e vi confesso che mi sono venute le lacrime agli occhi al momento di varcare la porta della casa del basket ricordando tutto quello che abbiamo vissuto e costruito insieme e ancora mi emoziona il ricordo dei tifosi, l’esultanza e la gioia di quei meravigliosi momenti!” Riguardo il prolungamento del contratto con il basket Cassino, il nostro coach commenta: “Voglio ringraziare il presidente e la società per la fiducia per il prolungamento del contratto, ho avuto altre proposte ma io non le assolutamente prese in ho considerate perché nella mia testa e nel mio cuore adesso e per il futuro prossimo esiste solo il Basket Cassino, ci sono questi ragazzi e c’è l’ambizione di fare qualcosa di meglio. Dal primo giorno a Cassino Dino Pagano mi ha fatto sentire importante, lui è un vero leader, tra di noi una grande e perfetta sintonia lo ringrazio per questo, ma anche la dirigenza tutta mi ha dato grande fiducia e questo è molto importante per chi, come me, fa questo lavoro con passione, mettendoci sempre il cuore. È stato facile accettare senza alcuna esitazione e ringrazio ancora tutti perché a Cassino mi sento a casa.”

Nuova stagione e nuovi traguardi come ti stai muovendo?

"Stiamo pensando di rinforzare il roster con dei giocatori giovani, stiamo cercando di chiudere il cerchio allestendo, sulla linea della scorsa stagione, una formazione che dia garanzie per un buon campionato. Punteremo a valorizzare i giocatori del vivaio che dovranno crescere e guadagnarsi il minutaggio; chi è dietro deve fare esperienza cominciando dagli allenamenti per farsi trovare pronto. Con Gianni Fionda, il direttore tecnico, parleremo con i ragazzi per far capire loro che fanno parte di un grande gruppo e maturando e dando il massimo potranno migliorare individualmente. Il lavoro e l’impegno darà sicuramente buoni risultati, ognuno dovrà integrarsi per dare supporto al resto del gruppo. I giocatori che comporranno il gruppo squadra devono essere prima uomini , seri e con la testa in primis al gioco di squadra; così saremo un gruppo unito e vincente: 12 leoni in campo per dare lustro alla nostra società, onoreremo la maglia fino in fondo, io sono determinato come non mai e giocheremo ogni partita con il cuore sempre e comunque".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE