Cerca

TdR

TdR Giovanissimi, il Lazio è campione d'Italia

La formazione di Calabria mette le mani sul tricolore al termine di un torneo letteralmente dominato. In finale battuto il Piemonte VdA

26 Marzo 2016

Festa Giovanissimi: il team di Calabria è campione d'Italia (© Cassella/Divisione Calcio a 5)

Festa Giovanissimi: il team di Calabria è campione d'Italia (© Cassella/Divisione Calcio a 5)

LAZIO - PIEMONTE VALLE D'AOSTA 2-0


LAZIO De Marzi, Achilli, Ferretti, Bellucci, Quagliarini, Falasca, Bernardini, Zaccardi, Fraioli, Palmegiani, Baiocco, Venuti ALLENATORE Calabria

PIEMONTE/VALLE D’AOSTA Ponzone, Macrì, Zanetti, Picone, Pettinari, Grange, Scavino, Ortu, Arlian, Rivella, Garlisi, D'Anna ALLENATORE Rodrigues

MARCATORI 2'pt Quagliarini, 10'pt Bellucci

ARBITRI Fortunato (Aosta) CRONO Garreffa (Collegno)

NOTE Espulso Garlisi (P) Ammonito Zanetti (P)


Festa Giovanissimi: il team di Calabria è campione d'Italia (© Cassella/Divisione Calcio a 5)

I Giovanissimi del Lazio sono sul tetto d'Italia. Dopo due semifinali e una finale, la selezione più giovane del Cr Lazio mette le mani sullo scudetto e iscrive per la prima volta il suo nome nell'albo d'oro della manifestazione. Una vittoria strameritata per una formazione che ha dimostrato nell'arco di tutto il torneo di essere semplicemente la squadra più forte. Un TdR dominato dall'inizio alla fine: dal girone di ferro, iniziato battendo i campioni in carica della Sicilia e chiuso a punteggio pieno, fino alle gare ad eliminazione diretta che i ragazzi di Calabria hanno vinto senza alcuna esitazione. La finale è il giusto compimento di un'impresa costruita in un triennio di lavoro, che ha sempre portato la selezione laziale tra le più forti d'Italia. Il Lazio mette le mani sullo scudetto nella prima metà di frazione. Quagliarini e Bellucci, nel giro di dieci minuti, mettono in chiaro le cose. Il Piemonte non rimane a guardare, ma non riesce mai a mettere in difficoltà la corazzata di Calabria. Nella ripresa ci si aspetterebbe la reazione veemente del team di Rodrigues, ma così non è. Quagliarini e compagni gestiscono il risultato senza troppo soffrire, neanche quando i padroni di casa si schierano con il portiere di movimento. Anzi sono proprio i ragazzi di Calabria a sfiorare il tris, senza trovarlo. Al suono della sirena scoppia la festa laziale. 28 gol fatti e 3 subiti sono numeri che parlano da soli. I Giovanissimi del Cr Lazio di David Calabria sono campioni d'Italia e mai scudetto fu più meritato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni