Cerca

TdR 2017

TdR, Giovanissimi in semifinale col brivido: domani l'Umbria

I ragazzi di Calabria dominano per 25' poi subiscono il ritorno dell'Emilia Romagna trascinata da Ansaloni

29 Aprile 2017

Giovanissimi in semifinale (©Cr Lazio)

Giovanissimi in semifinale (©Cr Lazio)

LAZIO - EMILIA ROMAGNA 5-4

LAZIO Sermoneta, Giubilei, Sagrati, Rosch, Di Tata, Acchioni, Farcomeni, Follo, Messina, Giulii Capponi, Iacobucci Di Guida ALLENATORE Calabria

EMILIA ROMAGNA Montanari, Romanini, Breuil, Forti, Lefons, Pieri, Pregnolato, Fort, Ansaloni, Punzetti, Ricci, Cantelli ALLENATORE Barillari

MARCATORI Iacobucci 9’pt, 10’pt (L), Acchioni 13’pt (L), Di Tata 2’st (L), Ansaloni 4’st, 12’st, 13’st rig. (E), Messina 12’st (L), Lefons 14’st (E)


Giovanissimi in semifinale (©Cr Lazio)

Nessuna sorpresa al Pala San Giacomo di Conversano. I Giovanissimi del Lazio superano l’Emilia Romagna e volano in semifinale. Stesso quarto di finale di un anno fa e stesso esito per il team di David Calabria, ma il tecnico laziale dovrà analizzare il black out mentale che i suoi ragazzi hanno mostrato negli ultimi 3 minuti, rischiando di vanificare una gara letteralmente dominata per 25 minuti. L’avvio del match è equilibrato, i campioni in carica controllano la situazione, mentre i ragazzi di Barillari provano a rendersi pericolosi, sfiorando anche il gol a metà tempo. Con il passare dei minuti il Lazio prende in mano le operazioni e l’Emilia Romagna non può opporre resistenza. La sfida si spacca in due nella fase finale del primo tempo: al 9’ Iacobucci fa tutto da solo ed in diagonale non lascia scampo al portiere. Passa un minuto ed è ancora il giocatore della Cioli Cogianco ad andare a segno: Iacobucci ruba palla al portatore avversario, mette a sedere il portiere ed insacca a porta vuota. La spinta laziale non si ferma e poco prima dell’intervallo arriva anche il tris con Acchioni, che finalizza al meglio l’assist di Di Tata dopo un’azione personale. La ripresa si apre così come si era chiuso il primo tempo e al 2’ il Lazio cala subito il poker con Di Tata, che riceve da Acchioni e sigla il 4-0. L’ampio vantaggio fa calare drasticamente di intensità il gioco del Lazio, che lascia la manovra in mano all’Emilia Romagna. I giocatori di Barillari ne approfittano e al 4’ Ansaloni riduce le distanze. I ragazzi di Calabria provano a rispondere, sfiorano la quinta rete, ma il gioco non è più fluido. Al 12’ l’Emilia Romagna riapre ufficialmente la sfida con Ansaloni, che riceve da Pregnolato e batte Di Guida. Il tempo di riprendere il gioco e il Lazio trova la rete che sembra poter chiudere la sfida con Messina, che batte il portiere emiliano in uscita. Ancora una volta i ragazzi di Calabria abbassano pericolosamente la guardia e l’Emilia Romagna riapre completamente la partita. Al 13’ i ragazzi di Barillari trovano due volte la via del gol. Dapprima è Ansaloni a siglare la sua tripletta su rigore, conquistato per fallo di Iacobucci su Pregnolato, quindi è Lefons, su intervento non perfetto di Di Guida, a siglare il 5-4. Le ultime fasi della gara sono vibranti. Il Lazio manca il colpo del ko e proprio sull’ultima azione è Di Guida in uscita a salvare su Ansaloni la rete che sarebbe stata una vera beffa. Il Lazio vola in semifinale dove domani affronterà l’Umbria.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni