Cerca

TdR 2017

TdR, Giovanissimi ko dal dischetto: Veneto campione

La selezione di David Calabria cade ai calci di rigore: decisivi gli errori di Giubilei e Acchioni

01 Maggio 2017

I Giovanissimi di David Calabria cedono ai calci di rigore (Foto ©Lnd)

I Giovanissimi di David Calabria cedono ai calci di rigore (Foto ©Lnd)

LAZIO - VENETO 6-7 d.c.r.

LAZIO Sermoneta, Giubilei, Sagrati, Rosch, Di Tata, Acchioni, Farcomeni, Follo, Messina, Giulii Capponi, Iacobucci, Di Guida ALLENATORE Calabria Veneto Vento, Colledan, Patrizio S., Hadzibairic, Massarotto, Portaluri, De Poli, Patrizio M., Quagraine, Mion, Bandiera, Scapolo ALLENATORE Quaranta

MARCATORI  6’ pt Quagraine (V), 7’ pt Giulii Capponi (L), 12’ pt Follo (L), 13’ pt De Poli (V), 15’ Quagraine (V); 2’ st Bandiera (V), 8’ st Giubilei (L), 15’ st Messina (L)

RIGORI Colledan (V) parato, Farcomeni (L) gol, Patrizio (V) gol, Di Tata (L) gol, Mion (V) gol, Giubilei (L) traversa; Massarotto (V) gol, Acchioni (L) traversa


I Giovanissimi di David Calabria cedono ai calci di rigore (Foto ©Lnd)

Si ferma al quarto calcio di rigore la rincorsa al titolo dei Giovanissimi del Cr Lazio. La selezione di David Calabria non riesce quindi a confermare lo scudetto conquistato un anno fa. E’ una sconfitta che lascia l’amaro in bocca per una formazione laziale che, soprattutto nel secondo tempo e nei supplementari, ha sempre fatto la partita, fallendo a più riprese le occasioni create. Dopo il 3-2 per il Veneto dei primi 15’, nella ripresa Di Tata e compagni hanno letteralmente chiuso gli avversari nella loro metà campo.

Cronaca. Match equilibrato e aperto dal centro di Quagraine, che sfrutta un errore della difesa avversaria. Il tempo di riprendere il gioco e il Lazio impatta con il tocco morbido di Giulii Capponi. La rimonta viene completata dal diagonale di Follo, ma il Veneto reagisce e impatta di nuovo con De Poli, che risolve una mischia davanti la porta di Sermoneta. Parità che si interrompe nuovamente all’ultimo secondo prima della sirena, con Quagraine che riporta in avanti il Veneto. Nella ripresa il Lazio subisce subito il quarto gol avversario di Bandiera, ma il team di Calabria non ci sta e inizia a mettere sotto pressione la difesa avversaria. Il gol del 4-3 lo trova Giubilei con una bordata su punizione che non lascia scampo a Vento. Nei minuti finali i ragazzi di Calabria si sbilanciano, mostrando il fianco a qualche ripartenza, ma sono sempre i laziali a costruire le occasioni migliori, compresa quella di Di Tata che al 9’ si divora il più facile dei gol. Calabria inserisce proprio Di Tata come portiere di movimento e all’ultimo minuto è Messina a trovare il meritato gol del pareggio. Ai supplementari la stanchezza si fa sentire, ma è sempre il Lazio a fare la partita. A un minuto e mezzo dalla fine i ragazzi di Calabria ottengono un tiro libero che Capponi spara sopra la traversa. Si va così ai rigori. Parte bene il Lazio con Sermoneta che para la conclusione di Colledan. Si arriva al terzo rigore con Giubilei che può regalare la vittoria al Lazio, ma colpisce in pieno la traversa. Massarotto non sbaglia e al quarto rigore Acchioni colpisce la traversa mettendo la parola fine alla gara. Piccolo giallo nel finale perché il ct Calabria aveva designato Messina come quarto rigorista, ma gli arbitri hanno invece chiamato sul dischetto Acchioni.

I Giovanissimi non riescono così a bissare il successo dello scorso anno ma, con un gruppo completamento rinnovato, ottengono la terza finale consecutiva dimostrando ancora una volta l’importanza del movimento giovanile del calcio a 5 laziale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE