Cerca

Coppa

La Fortitudo Pomezia passa a Velletri in Coppa

Partita scoppiettante al Polivalente: alla fine la prima partita se l'aggiudica il team pometino

23 Settembre 2019

Uno scatto del match

Uno scatto del match

VELLETRI - FORTITUDO POMEZIA 6-10

VELLETRI Liscio Donatone, Velazquez, Bongianni, Leoni, Margagnoni, Mandato, Proja, Di Bari, Montagna Maicol, Pompei, Palma, Montagna Manolo ALLENATORE Scalchi E.

FORTITUDO POMEZIA Favale, Potrich, Zullo, Chiomenti, Lorenzoni, Gulli, Galieti, Musilli, Parente, Vicalvi, Sergiusti, Ponzo

MARCATORI Musilli, Montagna Maicol, Gulli, Zullo, Chiomenti, Zullo, Velasquez, Potrich, Margagnoni, Gulli, Bongianni, Margagnoni, Velasquez, Zullo, Chiomenti, Lorenzoni

NOTE Espulsi Donatone Ammoniti Montagna Manolo, Montagna Maicol, Bongianni


Uno scatto del match

Finisce con l’amaro in bocca l’esordio tra le mura amiche del Velletri calcio a 5. La prima gara di Coppa Italia, contro la Fortitudo Pomezia, aveva richiamato una buona cornice di pubblico che alla fine della partita è andato via sconsolato. 6 a 10 il risultato finale che alla fine merita il Pomezia che ha avuto la meglio. Il Velletri ci ha provato, soprattutto nel secondo tempo, ma la scarsa lucidità sotto porta, ma soprattutto il poco mordente espresso nella prima frazione di gara hanno fatto la differenza, facendo maturare una sconfitta che alla vigilia non era stata pronosticata.

Il Velletri parte subito forte e crea apprensione alla retroguardia pometina e Margagnoni scaldai guanti di Favale già al 3’. Al 5’ però su azione di calcio d’angolo, Musilli lascia partire una tiro al volo che batte l’estremo veliterno. Il Velletri non ci sta e sale in cattedra Velasquez, che all’8 dopo uno slalom serve sul secondo palo una palla che Proja non corregge in rete. Nell’azione successiva, Velasquez si ripete questa volta salta tutti i giocatori del Pomezia ma il suo tiro in diagonale finisce di un soffio fuori. E’ il prologo del pareggio che arriva pochi secondi dopo con un rasoterra di Montagna Maicol, servito da Velasquez da calcio d’angolo. Per qualche minuto non succede più nulla ma al’11 il Pomezia torna nuovamente in vantaggio. Gulli servito da fondo linea colpisce prima la traversa e poi sulla ribattuta è lesto a ribadire in rete. Il gol fiacca il Velletri che trenta secondi dopo subisce ancora a seguito di una ripartenza Donatone stende il pivot del Pomezia, rigore ed espulsione del portiere veliterno. Il rigore viene trasformato da Zullo. Il Velletri si scuote nuovamente e cerca la reazione, che però non si concretizza. La gran mole di gioco sviluppata da Velasquez e Maicol Montagna non trovano però la finalizzazione sotto porta. Il Pomezia allora ne approfitta e su un lungo lancio di Favale, Chiomenti batte il giovanissimo Liscio subentrato tra i pali. Un minuto più tardi ancora Zullo batte Liscio con un forte diagonale. Sull’1-5 per il Pomezia il Velletri ottiene un tiro libero sul quale Velasquez prima si fa parare e sulla ribattuta insacca Favale. In chiusura del tempo ancora su ripartenza Zullo sul secondo palo dove Potrich in scivolata batte ancora il portiere veliterno. Sul parziale di 2 a 6 si va al riposo. Nella ripresa il Velletri parte a testa bassa e dopo appena 45 secondi Margagnoni buca la porta di Favale. Per quasi 4 minuti il Velletri spinge ma non trova la rete ed è il Pomezia che ne approfitta ancora su azione di angolo con Gulli di testa. Un minuto più tardi è Bongianni per il Velletri a segnare e ad riaprire la partita. Sul 4 a 7 il Velletri ci crede e cinge d’assedio l’area del Pomezia che si chiude. E’ il momento migliore per i biancoblù che trovano la rete con Margagnoni. Uno slalom di Velasquez vede il suo tiro finire di un soffio a lato, ma si rifà pochi secondi più tardi con un gran gol da fuori area defilato insacca la sfera sotto l’incrocio dei pali. Sul 6 a 7, Bongianni colpisce clamorosamente un palo, e manca sotto porta la conclusione vincente. Anche Margagnoni non riesce a segnare a due passi dalla linea di porta e il Pomezia ne approfitta con una ripartenza micidiale. Palla a Zullo che con un tiro ad incrociare batte Liscio. I biancoblù ancora a testa bassa e con il portiere di movimento cercano la rimonta, senza riuscirci, arriva però il gol di Chiomenti dopo un rimpallo in area veliterna. Il match si chiude a quattro minuti dal termine quando Lorenzoni, imbeccato da un lungo lancio di Favale segna di testa il decimo gol. Nei minuti finali assalto del Velletri ma senza trovare la via della rete. Finisce comunque tra gli applausi la prima uscita ufficiale tra le mura amiche del Velletri, che avrà ancora due settimane per registrare movimenti e schemi di gioco e per cercare di recuperare gli infortunati, tra cui Sergola, Bassi, Mattozzi e Acchioni. L’appuntamento sarà in terra sarda il 5 ottobre contro lo Jasnagora, neo promossa per la prima di campionato di serie B. Da quella data vietato sbagliare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni