Cerca

Serie A2

Olimpus, arriva Laion e resta Luca Pizzoli

La società di Roma nord blinda la porta con l'ex Feldi e blinda il suo gioiello

07 Giugno 2020

Laion, nuovo portiere dell'Olimpus

Laion, nuovo portiere dell'Olimpus

Laion, nuovo portiere dell'Olimpus

Il terzo colpo di mercato risponde al nome di Laion Sacoman De Freitas. L’ASD Olimpus Roma è lieta di annunciare l’accordo con l’estremo difensore brasiliano, uno dei migliori interpreti al mondo nel ruolo di portiere di movimento. La prima esperienza di Laion nel Belpaese risale al 2007. Il classe ’89 sbarca in Puglia, al Bisceglie, club con il quale rimane fino al 2012. Poi ancora tanta Italia: Kaos, Partenope, Isola, Lazio e, infine, Feldi Eboli. Bravo tra i pali, fenomenale con il pallone tra i piedi e dotato di un tiro potentissimo, Laion è rimasto affascinato dal progetto dell’Olimpus: “Sono stati sufficienti cinque minuti e la chiamata di Daniele D’Orto per accettare – svela –. Non mi pesa scendere di categoria, anche perché l’obiettivo è quello di portare questo club in Serie A. È una sfida affascinante e sono contento di farne parte”. Il campione verdeoro è pronto a farsi valere: “Ciò che conta è vincere, ma quando si vince con i miei gol è ancora più bello. Spero di togliermi qualche soddisfazione personale come negli ultimi anni”, conclude Laion, certo di una cosa. “Sta nascendo una grande squadra, una squadra vincente che darà il massimo in ogni gara”. L’Olimpus si gode il suo nuovo gioiello. Un grande colpo, in porta e fuori. Preziosissimo per entrambi le fasi di gioco. Benvenuto al PalaOlgiata, portiere-goleador.


Luca Pizzoli resta all'Olimpus (©Giacomini)

Pizzoli Arriva anche la terza conferma in casa Olimpus Roma: Luca Pizzoli farà parte della rosa che affronterà la stagione 2020-21. La società, infatti, comunica di aver trovato l’intesa con il giovane laterale arrivato al PalaOlgiata nell’estate del 2016.“All’Olimpus sono cresciuto e maturato – premette il classe ’97 –. Sono contento di restare qui e di sapere che, dopo tanti anni, la società punta ancora su di me”. Quattro le stagioni vissute finora con la maglia dei Blues: “Avere la stima del club è fondamentale se si vuole costruire qualcosa di bello”, continua Luca, chiamato a confermarsi ad alti livelli. “Esisteranno sempre margini di miglioramento, soprattutto per un giocatore ambizioso. Io ho ancora tanto da imparare, ma punto a migliorare ogni aspetto, che riguardi la gestione mentale o le varie situazioni di gioco”. Campioni come Dimas, Jorginho e Laion non faranno altro che contribuire alla definitiva consacrazione del numero 6: “Da anni siamo un gruppo molto unito. I nuovi acquisti, però, ci daranno quegli stimoli e quelle motivazioni in più che ci aiuteranno a compiere un ulteriore salto di qualità – sottolinea il laterale –. Insieme possiamo ambire a qualcosa di davvero grande”. Già, sognare si può: “Mi aspetto una stagione diversa rispetto al passato. Lottare per vincere il campionato sarà affascinante, sono certo che ci divertiremo – conclude Luca –. Spero di dare un contributo importante alla squadra e di ritagliarmi il mio spazio”.L’Olimpus continuerà a scommettere sui propri gioielli. Tra i più brillanti, c’è sicuramente Luca Pizzoli. Il futuro è suo, un futuro a forti tinte Blues.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE