Cerca

Serie A Femminile

Accolto il ricorso della Lazio: vittoria a tavolino con lo Statte

Il Giudice Sportivo ha dato ragione alla società biancoceleste: nella lista gara delle pugliesi solo cinque giocatrice formate

02 Marzo 2021

Lazio - Statte

Uno scatto dal match tra Lazio - Statte (©Gazzetta Regionale)

Il Giudice Sportivo ha accolto il ricorso presentato dalla Lazio in merito al match contro il Real Statte, valido per la 14ª giornata di campionato. La società biancoceleste aveva notato una irregolarità nella lista gara del team pugliese, che al PalaGems aveva schierato solo 5 giocatrice formate invece delle 6 richieste dal regolamento. Una irregolarità confermata dalla giustizia sportiva che ha così assegnato alla Lazio la vittoria a tavolino. Questo il testo del comunicato: 

Il Giudice Sportivo;

Esaminato il gravame in oggetto osserva: Con il ricorso di che trattasi la parte attrice chiede che in danno della convenuta sia comminata la punizione sportiva della perdita della gara, prevista dall’art.10, comma 6 del C.G.S., per aver schierato nell’incontro in epigrafe solamente cinque calciatrici formate anziché le sei previste dalle specifiche norme per le gare di Serie a Femminile contemplate dal C.U. N.1 del 6.7.2020. Dall’esame della distinta della Società ASD Real Statte presentata all’arbitro indicante solo 9 atlete, le calciatrici formate risultano soltanto cinque e più precisamente Margarito Valentina, Violi Marcella, Mansueto Nicoletta, Bootimah Sara e Cannella Giorgia, mentre delle altre quattro, tre sono brasiliane ed una è spagnola. Ne consegue pertanto che non è stata rispettatala percentuale di calciatrici formate indicate sul predetto C.U.N.1/2020

P.Q.M.

A scioglimento della riserva di cui al C.U. N° 649 del 16/02/2021 decide: a) di accogliere il ricorso, comminando alla Società ASD Real Statte la punizione sportiva della perdita della gara col punteggio di 0 – 6;

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE