Cerca

Coppa Italia Femminile

Prosegue la maledizione della Lazio: festa Città di Falconara

Le biancocelesti cedono per la terza volta nella finale: a Rimini vince la squadra marchigiana

26 Aprile 2021

Città di Falconara

Il Città di Falconara vince la Coppa Italia (©Libralato)

LAZIO-CITTÀ DI FALCONARA 1-5
LAZIO Mascia, Barca, Beita, Taninha, Vanessa, Siclari, Balardin, Buzignani, Pinheiro, D'Angelo, Grieco, Tirelli ALLENATORE Chilelli
CITTÀ DI FALCONARA Dibiase, Taty, Luciani, Pereira, Dal'Maz, Guti, Marta, Nona, Blenkus, Giuliani, Ferrara, Marcelli ALLENATORE Neri
ARBITRI Elena Lunardi (Padova), Alessandra Carradori (Roma 1), Gianluca Gentile (Roma 1) CRONO Stefano Parrella (Cesena) 12'13'' p.t. Taty (F), 14'15'' Marta (F), 14'24'' Taty (F), 8'14'' s.t. Guti (F), 15'23'' Nona (F), 17'46'' Siclari (L)
NOTE Espulse al 14'33'' del s.t. Beita (L) per somma di ammonizioni Ammonite Grieco

Continua la maledizione della Coppa Italia per la Lazio. Le ragazze di Chilelli cedono per la terza volta in finale. A Rimini a vincere è il Città di Falconara con un match deciso dal break improvviso nella seconda metà del primo tempo. La Lazio inizia bene la gara, portando pressione sulle avversarie cercando di non farle ragionare. Il piano tattico sembra funzionare, Falconara non crea pericoli ed il match non regala grandi emozioni con Vanessa e Grieco che ci provano da una parte, Marta e Taty dall'altra. La gara cambia improvvisamente al 12': un lancio lungo viene intercettato da Falconara e si trasforma in un 3-2, Nona serve Taty che al centro deve solo spingere in porta. Il gol è una mazzata ed un altro break due minuti più tardi permette a Marta di raddoppiare. Passano pochi secondi e Taty inventa l'eurogol per il 3-0 che spacca la partita. La Lazio accusa il colpo, ma nella fase finale della frazione prova a farsi sotto. Nella ripresa le biancocelesti non possono più temporeggiare e si spingono in avanti, con Falconara che si chiude in difesa. All'8', però, una ripartenza guidata da Marta vale il poker di Guty. Lazio di nuovo in avanti e pericolosa due volte con Siclari. Sul primo tentativo è Dibiase a dirle di no, sul secondo, invece, è il palo interno. Chilelli si gioca anche la carta Vanessa come portiere di movimento, ma le biancocelesti non riescono a trovare il varco vincente. A 6' dalla fine Beita viene espulsa per doppia ammonizione e con la superiorità numerica Nona sigla il quinto gol di Falconara. La Lazio prosegue a spingere con il portiere di movimento e trova il gol con Siclari per il 5-1 finale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE