Cerca

Under 19

Lazio, Colaceci: "U19? La vetta merito del lavoro di tutti"

Il responsabile del settore giovanile biancoceleste traccia un bilancio della prima parte di stagione

06 Maggio 2021

Andrea Colaceci

Andrea Colaceci, responsabile delle giovanili della Lazio

Con la vittoria di ieri contro il Real Fabrica, l'Under 19 Nazionale della Lazio ha chiuso la regular season in prima posizione. Un risultato importantissimo quello ottenuto dalla formazione di mister Cristiano Caropreso, composta da moltissimi giocatori sotto età e senza alcun fuoriquota in rosa.

In attesa di iniziare i playoff, che prenderanno il via il 16 maggio, a tracciare un bilancio di questa prima parte di stagione è Andrea Colaceci, responsabile del settore giovanile biancoceleste e colui che da sei anni guida con grande competenza tutte le giovanili della Lazio, curandone ogni dettaglio.

"Questo primo posto è lo specchio del lavoro svolto, ma anche un investimento importantissimo per il futuro. Abbiamo giocato tutta la stagione con molti giocatori del 2004 e del 2005, ed un 2006 già in rampa di lancio, a loro abbiamo aggiunto anche alcuni 2002, ma nessun fuoriquota. Il nostro lavoro prosegue e siamo contenti di questa prima posizione, arrivata in una stagione difficile. I nostri ragazzi sono stati encomiabili, anche quelli che hanno avuto meno spazio in campo. Questo traguardo è l'ennesimo segnale che lanciamo come società, che ogni anno dimostra di essere sempre presente".

Non solo squadra, ma anche tutti coloro che ruotano attorno ai giocatori sono fondamentali: "Faccio i complimenti ai ragazzi, ma anche a tutto il nostro staff. Non si raggiungono questi risultati senza uno staff tecnico professionale e preparato. A fine anno c'è sempre qualche tentativo di screditare la nostra famiglia e certe verità estive per qualcuno diventano belle bugie invernali, ma noi lavoriamo sempre in un unica direzione per il bene primario dei ragazzi e prepararli ad un calcio a 5 di alto livello. Da anni io e Daniele Chilelli stiamo lavorando in sinergia per rendere il nostro settore giovanile tra i migliori d'Italia. Il campo, poi, è giudice e dà il suo verdetto. Il nostro lavoro lo abbiamo dimostrato anche in Serie A2, con una rosa giovanissima che ha raggiunto la salvezza. Oggi abbiamo anche una Under 19 sotto età ma di vertice e non so quante società possano dire lo stesso. Ora affronteremo i playoff con grande tranquillità e ciò che accadrà dal 16 maggio in poi non cambierà in alcun modo il nostro giudizio. Penso che questo risultato ce lo meritiamo non solo per il lavoro e l'impegno profusi quotidianamente sul campo, ma anche per la passione che trasmettiamo da anni per questo sport".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE