Cerca

Euro 2022

L'Italia si arrende al Kazakistan e saluta i Paesi Bassi

Gli azzurri cedono 4-1 al cospetto di un team kazako cinico: nella ripresa il forcing azzurro sbatte contro Higuita ed i pali

28 Gennaio 2022

Nicolodi, tre gol ad Euro 2022 (Foto ©Uefa.com)

Nicolodi, tre gol ad Euro 2022 (Foto ©Uefa.com)

KAZAKISTAN – ITALIA 4-1
KAZAKISTAN Higuita, Taynan, Tursagulv, Douglas Junior, Orazov, Karagulov, Edson, Valiullin, Knaub, Tokayev, Sagyndykov, Atantayev CT Kakà
ITALIA Pietrangelo, Nicolodi, Musumeci, Merlim, De Oliveira, Esposito, Caponigro, Fortini, De Matos, Arillo, Gui, Stringari CT Bellarte
MARCATORI Orazov 6' (K), Valiullin 8' (K), Nicolodi 13' (I) nel p.t., Orazov 10' (K), Douglas Junior 17' (K) nel s.t.
NOTE Ammoniti De Matos, Edson, Musumeci, Taynan, Knaub

Si ferma il cammino del nuovo corso azzurro agli Europei di Futsal nei Paesi Bassi. La Nazionale di Massimiliano Bellarte lascia la competizione con due pareggi ed una sconfitta. Nell'ultimo match del girone l'Italia si arrende al Kazakistan, non riuscendo a trovare quella vittoria che sarebbe valsa la qualificazione. Una sconfitta beffarda con gli azzurri che vanno sotto di due gol, dimezzano lo scarto, quindi nella ripresa prendono d'assedio la porta di Higuita, prima di subire il 3-1 nell'unica azione avversaria dei primi dieci minuti.

L'approccio dell'Italia al match era stato anche positivo con Merlim e Fortini pericolosi nei primi minuti. Il team di Kakà dimostra grande personalità, tiene al tentativo azzurro ed al primo affondo sblocca la situazione con Orazov, che devia in scivolata una punizione di Douglas Junior. L'Italia accusa il colpo ed arriva subito il raddoppio di Valiullin, che si fa trovare pronto al tocco sotto porta dopo la bella iniziativa di Edson. Il 2-0 è un duro colpo, gli azzurri vengono graziati al 10' su un tocco di mano in area che gli arbitri non sanzionano, ed al 13' riaprono la sfida. Un tiro di Caponigro deviato diventa un assist per Nicolodi che trova il rasoterra vincente ed il suo terzo centro nella manifestazione. Al 14' punizione di Merlim e grande risposta di Higuita. L'Italia torna in partita con la testa e si fa vedere nuovamente al tiro con Arillo al 16', ma il risultato non cambia fino all'intervallo.

Al ritorno in campo l'Italia prova subito a sorprendere il Kazakistan con l'incursione di Musumeci fermata dal palo esterno. Risponde immediatamente la nazionale di Kakà con Edson che se ne va in contropiede e, sull'uscita di Pietrangelo, centra il palo. Gli azzurri ci credono e si aggrappano a capitan Merlim, che prima chiama in causa Higuita, quindi colpisce il palo direttamente da calcio d'angolo. Il Kazakistan non riesce ad alleggerire la pressione ed al 4' Gui non inquadra lo specchio da fuori area. Al 5' botta rasoterra di De Matos, Higuita si supera in spaccata con un grande intervento. Passano pochi secondi, ancora De Matos su punizione e pronta la respinta del numero 1 kazako. L'Italia preme il piede sull'acceleratore, il Kazakistan è in difficoltà ma la sfortuna ferma la puntata mancina di Nicolodi, che si stampa sul palo interno. Al 9' numero di Merlim, palla a De Oliveira che pesca Stringari sul secondo palo. Conclusione di prima, ma Higutia chiude con il corpo in uscita. La ripresa è un assedio azzurro ma al 10' una ripartenza improvvisa permette ad Orazov si insaccare il 3-1. Il gol taglia le gambe agli azzurri. Bellarte schiera immediatamente il portiere di movimento cercando il gol della speranza, ma ad andare a segno è Douglas Junior che pesca la porta vuota al 17' chiudendo di fatto i conti. L'ultimo acuto azzurro arriva al 19' con la botta di De Oliveira che si stampa contro la traversa. Finisce con la vittoria del Kazakistan e con l'Italia che saluta i Paesi Bassi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE