Cerca

Serie C2/A

La Sporting Hornets supera il Monte San Giovanni

La formazione di mister Carello vince con un secco 7-3 grazie ad una ripresa di alto livello

16 Febbraio 2016

Mister Carello

Mister Carello

Mister Carello

Continua il volo ad alta quota della Sporting Hornets. La squadra di Carello, dopo la vittoria di oggi contro il Monte San Giovanni, resta infatti nella zona alta della classifica. La trasferta nel rietino non è iniziata nel migliore dei modi per la formazione giallonera che, al termine della prima frazione di gioco, si è ritrovata sotto di un goal (3-2 il parziale). Poi, nel secondo tempo, una reazione importante, di carattere, ha permesso agli uomini di Carello di invertire le sorti dell'incontro. Pazienza e qualità hanno permesso agli Hornets di avere la meglio. "Non abbiamo iniziato bene la gara, forse perché l'abbiamo presa sotto gamba. Nella prima fase di gioco, ci siamo lasciati andare ad azioni individuali e abbiamo sbagliato molti passaggi. Loro sono stati bravi ad andare in rete sfruttando i nostri errori.  Poi, nella ripresa, Frangipane ha trovato due conclusioni importanti e alla fine abbiamo vinto. Anche se quella che abbiamo messo in campo oggi non è stata una grande prestazione". Questa l'analisi della gara da parte di Edoardo Galetti, giovane pivot proveniente dalla cantera giallonera e sempre più impiegato da mister Carello con la prima squadra. Contro il Monte San Giovanni sono andati a segno Frangipane (4 reti), Battistacci (doppietta) e Di Franco, in un 3-7 finale che è frutto di un cambiamento maturato negli spogliatoi. "Alla fine del primo tempo, durante la pausa, mister Carello ci ha detto di tirare fuori il carattere e che stavamo facendo male. Ci è servito perché abbiamo reagito", prosegue Galletti che, poi, entra nel merito delle indicazioni fornite dall'allenatore alla squadra: "Ci ha detto di girare più palla con pazienza, per fare in modo che le loro maglie si aprissero. Così abbiamo fatto e così è stato". Dopo i complimenti personali a Frangipane per la sua prestazione, il giovane Galletti ringrazia il suo mister per lo spazio che gli sta concedendo: "Sento sicuramente più responsabilità addosso. Sono un Undder 21 ma Carello mi sta dando fiducia, dandomi continuità. Spero di ripagarlo per questo nel migliore dei modi e lo ringrazio  per questo". Ma il tecnico degli Hornets non è l'unico ad incidere sulla formazione del pivot, come lui stesso ammette: "Sento che sto crescendo, partita dopo partita. Mi alleno con i compagni, persone capaci e con più esperienza di me che mi insegnano molto. Mi piace imparare da tutta la squadra. Ogni consiglio cerco di migliorare". Sabato prossimo la Sporting Hornets giocherà in casa contro il CCCP. All'andata, il confronto tra le due formazioni finì sull'1-1. Il CCCP viene dalla sconfitta in casa contro il Real Fabrica (3-4). Guardando ai prossimi avversari, Galletti non ha dubbi sul da farsi: "Vogliamo fare meglio di quanto fatto all'andata e cercare di vincere. Come ci ha dimostrato all'andata, il CCCP è una formazione molto organizzata, i suoi giocatori sono insieme da molto tempo. Proveremo a vincere a tutti i costi. Quelli che ci giochiamo contro il CCCP sono punti fondamentali per il proseguo della stagione".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE