Cerca

serie c1

Vigor Cisterna, carica D'Angelo: "Col Savio con la rabbia"

Il capitano dei pontini sprona il gruppo in vista dell'esordio in campionato contro la formazione di via Norma

30 Settembre 2016

D'Angelo

D'Angelo

D'Angelo

Domani l’esordio in casa per cercare di mettere le mani, da subito, sui primi punti stagionali. In questo avvio di stagione non si può sottovalutare nessuno sia in casa che fuori ed è per questo che la Vigor Cisterna sta preparando al meglio la prima casalinga con il Savio. Seconda giornata per saggiare il campo di casa e quel parquet al quale tanto è legata la squadra di Angeletti. Tornerà a disposizione Scripniciuc, assente all’esordio, mentre probabilmente non saranno della gara Simone Caiazza e Umberto D’Uva. Il primo ha un affaticamento all’adduttore mentre il secondo sta facendo differenziato ma ha un principio di pubalgia che potrebbe costringerlo a saltare la sfida con il Savio. Nel frattempo sta mettendo minuti nelle gambe LucaGullì, arrivato durante la preparazione, mentre migliora anche la condizione di Luca Angeletti, praticamente indisponibile con la Perconti (solo sei minuti finali). È a disposizione anche il capitano Antonello D’Angelo che dopo quattro anni di Vigor Cisterna sabato ha esordito in C1 all’età di 40 anni. “Una grande soddisfazione – ammette lo stesso capitano della Vigor – per giocatori come me, al primo anno di C1, è una motivazione in più per fare bene. Abbiamo un bel gruppo affiatato e siamo tanti perciò ce la mettiamo tutta per mettere in crisi il nostro mister con le scelte. Mi piace molto sottolineare quest’aspetto perché mettiamo tanta intensità negli allenamenti, ci aiutiamo sempre e ci stiamo impegnando tanto per fare sempre meglio. Cercare di mettere in difficoltà mister Angeletti per le scelte del sabato è importante per il gruppo – continua D’Angelo – dobbiamo cercare di stare tutti allo stesso livello, anche se per l’allenatore non è facile fare certe scelte la squadra sicuramente ne gioverà”. Dare il massimo come è stato fatto sabato scorso in casa della Vigor Perconti con un 4-1 che forse non rispecchia del tutto l’andamento della gara: “Sicuramente c’è stata un po’ di tensione nell’avvio – ha detto l’ultimo della Vigor – forse il fatto che era la prima di campionato su un campo per noi ostico come il sintetico ha fatto il suo ma poi nella ripresa siamo migliorati molto. Con il Savio dovremo metterci tanta cattiveria anche ripensando alla sconfitta con la Perconti perché credo che quel risultato forse è stato troppo pesante. Stavolta nessuno di noi dovrà sbagliare l’approccio e dovremo avere tanta rabbia perché siamo molto rammaricati per aver perso la prima di campionato”.  Avere 40 anni ma restare sempre un leader con le motivazioni di un bambino. D’Angelo più che pensare al futuro vuole sottolineare il presente: “Qui mi trovo davvero bene – conclude il capitano – vado d’accordo con tutti, dal mister ai dirigenti al presidente. C’è un bel gruppo e sono sicuro che ci toglieremo delle soddisfazioni senza dimenticare però che il nostro obiettivo resta la salvezza”. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni