Cerca

Coppa Lazio C1

Coppa Lazio, la Virtus stende la Fortitudo nell’andata dei quarti

Il team di Baldelli si impone 6-2 nel match del Palalevante: ritorno a Pomezia tra due settimane

30 Novembre 2016

La gioia della Virtus Aniene al suono della sirena: gara 1 dei quarti di Coppa Lazio è nervoerde

La gioia della Virtus Aniene al suono della sirena: gara 1 dei quarti di Coppa Lazio è nervoerde

VIRTUS ANIENE - FORTITUDO FUTSAL POMEZIA 6-2


VIRTUS ANIENE Di Sabatino, Sanchez, Immordino, Medici, Cittadini, Santonico, Taloni, Leonaldi, Monni, Galbiati, Ballati, Ottaviani ALLENATORE Baldelli

FORTITUDO POMEZIA Toce, Zanobi, Cavalieri, Rozzi, Proietti, Zullo, De Simoni, Anada, Bernardini, Proja, Ciattaglia, Raubo ALLENATORE Esposito

MARCATORI Cavalieri 4'pt (F), Sanchez 13'pt, 1'st (V), Sanchez aut. 14'pt (F), Taloni 20'pt, 15'st (V), Leonaldi 15'st (V), Medici 20'st (V)

ARBITRO Soraci di Rieti, Bucci di Roma 1

NOTE Espulsi al 20'st Raubo (F) Ammoniti Medici, Bernardini, Zullo Falli 5-5, 5-3


La gioia della Virtus Aniene al suono della sirena: gara 1 dei quarti di Coppa Lazio è nervoerde

La Virtus Aniene si aggiudica il primo round dei quarti di finale di Coppa Lazio superando 6-2 la Fortitudo Futsal Pomezia. Gara che i padroni di casa hanno gestito nel possesso e nei ritmi, andando però sotto per due volte nel primo tempo. Una sfida che, a tratti, è sembrata davvero stregata per il team di Baldelli, capace di costruire una serie infinita di azioni per poi venire punita nelle uniche due sortite offensive dei rossoblu. Nella ripresa, però, i neroverdi hanno continuato a spingere trovando le quattro reti che hanno messo al sicuro la sfida del Palalevante


La gara La Virtus parte in avanti e chiude sin dalle prime battute la Fortitudo nei suoi dieci metri. Nel giro di un minuto Cittadini e Taloni hanno la palla del vantaggio, ma Ciattaglia non lascia spazio. Passa un altro minuto, Medici calcia, Ciattaglia respinge. Al 4' contropiede Virtus, palla gestita male e i pometini ripartono in velocità, Raubo serve Cavalieri, che batte Otttaviani in uscita. La rete non cambia il match, perché la Virtus torna a mettere sotto pressione la difesa rossoblu. È un vero e proprio tiro al bersaglio con Medici, Taloni e Sanchez che si dimostrano i più pericolosi. Il Pomezia fatica ad uscire dalla sua metà campo e si affida ai continui lanci lunghi del suo portiere. Il pareggio arriva al 13' sugli sviluppi di un corner. La palla giunge a Sanchez che lascia partire una bordata che Ciattaglia riesce solo a toccare. La situazione di parità dura solo un minuto perché la Fortitudo trova il raddoppio alla seconda sortita offensiva della sua gara. Ancora una volta una ripartenza dà il via all’azione, palla tesa in area e Sanchez, nel tentativo di anticipare l’avversario, spiazza Ottaviani. Il gol è una beffa, ma la Virtus torna subito in avanti. Ciattaglia compie un miracolo su Immordino al 15', quindi chiude tutti i varchi su Medici, Cittadini e Taloni. La gara si avvia all'intervallo, ma a quattro secondi dalla fine una ripartenza avviata da Medici e rifinita da Cittadini, porta Taloni a toccare in scivolata e a trovare la rete del 2-2.

Nella ripresa la Virtus parte nuovamente in avanti e al 1' si porta in vantaggio: tiro di Medici respinto da Ciattaglia e tap in di Sanchez. Operato il sorpasso, la squadra di Baldelli resta in controllo del possesso, anche se la Fortitudo nei primi minuti riesce ad alleggerire la pressione e a rendersi pericolosa con un paio di contropiedi. All'8' la Virtus sfiora il poker con Taloni, ma il suo tocco ravvicinato viene respinto sulla linea e sul capovolgimento di fronte è Ottaviani a salvare in uscita su Zullo lanciato a rete. La Virtus fa girare la palla e prova a ragionare di più, anche perché gravata velocemente di quattro falli. Nella seconda metà della ripresa la squadra di Baldelli torna a spingere sull'acceleratore e a rendersi pericolosa due volte con Taloni. All'11' ancora Taloni centra il palo a botta sicura, mentre al 13' Leonaldi intercetta la sfera sulla destra, entra in area di rigore e sigla il 4-2. Il poker spacca definitivamente in due il match e negli ultimi minuti la Virtus riesce ad allargare il margine. Al 17’ è Taloni a finalizzare una rapida ripartenza di Cittadini, mentre nell’ultimo minuto Ciattaglia respinge la conclusione di Taloni, ma nulla può sul tocco ravvicinato di Medici che fissa il 6-2 finale. La Virtus si aggiudica così gara uno dei quarti e fra due settimane dovrà gestire quattro reti di margine nel match di Pomezia, ultimo ostacolo tra il team di Baldelli e la Final Four di Rieti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE