Cerca

Coppa Lazio

Coppa Lazio, missione compiuta. La Virtus Aniene accede alla Final Four

Il team neroverde vince anche il match di ritorno dei quarti di finale e strappa il pass per le finali di Rieti

13 Dicembre 2016

Beto Puhl

Beto Puhl

FORTITUDO FUTSAL POMEZIA - VIRTUS ANIENE 5-6


FORTITUDO FUTSAL POMEZIA Di Matteo, Cavalieri, Zanobi, Proietti, Montagna, De Simoni, Anada, Bernardini, Proja,  Sportoletti, Tonietti, Ciattaglia ALLENATORE Esposito

VIRTUS ANIENE Di Sabatino, Immordino, Medici, Cittadini, Santonico, Taloni, Leonaldi, Monni, Beto, Galbiati, Iacobelli, Ottaviani ALLENATORE Baldelli

MARCATORI Leonaldi rig. 11'pt, 2'st (V), Proja 15'pt, 19'pt (F), Cavalieri 16'pt (F), Taloni 18'pt, 5'st  (V), Montagna 8'st, 9'st rig. (F), Beto 16'st (V), Di Sabatino 17'st (V)

ARBITRI Paganini di Ciampino, Adriano di Viterbo

NOTE Ammoniti Montagna, De Simoni Falli 6-6, 5-4


Beto Puhl

La Virtus Aniene centra il primo obiettivo stagionale, vale a dire la qualificazione alla Final Four di Coppa Lazio di Rieti. La formazione di Baldelli vince anche il match di ritorno di Pomezia e continua il suo ottimo avvio di stagione. Forte dei 4 gol di vantaggio dell’andata, la squadra neroverde gioca una partita intelligente, controllando sempre la situazione e gli avversari, anche quando si è trovata sotto di un gol nel punteggio.


La cronaca L'inizio del match non è su ritmi molto alti. La Virtus non ha motivo di affrettare la manovra, mentre la Fortitudo non vuole forzare le giocate. I primi tiri verso lo specchio sono di Taloni, che manda due volte di un soffio sul fondo. Con il passare dei minuti crescono i ritmi e arrivano anche le prime occasioni. Medici da una parte e Sportoletti dall'altra sono i più insidiosi. Nella fase centrale del tempo, i rossoblu crescono. All'11' i ragazzi di Esposito falliscono una buona ripartenza, quindi poco dopo è Bernardini, da fuori, a prendere il palo. Sul capovolgimento di fronte la Virtus passa. Fallo di Cavalieri su Medici a ridosso della linea dell'area. Fuori per i giocatori pontini, dentro per l'arbitro che assegna il rigore. Sul dischetto si porta Leonaldi che fa 1-0. Il gol carica la Virtus che sfiora il raddoppio con Santonico, su assist di Medici. La Fortitudo non ci sta e in due minuti ribalta tutto. Al 15' Proja, dimenticato dalla difesa neroverde, sigla il pareggio, quindi un minuto dopo i padroni di casa conquistano un tiro libero. di Sabatino respinge il tiro di Cavalieri, la palla torna al numero 4 rossoblu che colpisce il palo, quindi trova il gol al terzo tentativo. La Virtus non si scompone, torna in avanti e ottiene a sua volta un libero. Ciattaglia respinge la conclusione dal dischetto di Taloni e si supera sul tap in di Beto. La spinta del team di Baldelli non diminuisce e al 18' arriva il pareggio. Taloni recupera palla al limite della sua area, se ne va coast ti coast, quindi scarica alle spalle di Ciattaglia. Le emozioni non finiscono qui, perché all'ultimo minuto, sugli sviluppi di una generosa punizione a due per un retropassaggio involontario di Leonaldi, Proja pesca l'angolo che vale il 3-2 di metà gara.


Secondo tempo Nella ripresa la Virtus ristabilisce subito la parità con Leonaldi, mentre il match rimane ad alta intensità. Al 5’ i ragazzi di Baldelli mettono la freccia con Taloni, che spara sotto la traversa l’assist di Medici. La gara vive di continui capovolgimenti di fronte, con la Virtus comunque sempre in controllo della situazione. All’8 i rossoblu ritrovano il nuovo pareggio con Montagna, che sfrutta un regalo della difesa neroverde e batte Di Sabatino, quindi lo stesso Montagna su rigore opera il controsorpasso. La Virtus dapprima sfiora il pari con Beto e Santonico, quindi deve fronteggiare il portiere di movimento schierato dal tecnico pontino. Al primo affondo il Pomezia sfiora il gol, ma Beto salva sulla linea, quindi i ragazzi di Colli Aniene cambiano marcia e capovolgono nuovamente la situazione. Al 16’ Medici intercetta la sfera e serve Beto, che scarica di potenza alle spalle di Sportoletti, portiere di movimento. Quindi un minuto più tardi è l’estremo difensore Di Sabatino a bloccare la conclusione avversaria e a trovare il lungo rinvio che gonfia la rete per il definitivo 6-5 virtussino. Un successo meritato che vale l’accesso alla Final Four di Rieti del 21 e 22 dicembre.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE