Cerca

Serie C1

Il B-Day della Virtus Aniene. Vinci: "Una gioia immensa"

La formazione di Baldelli stende la Vis Gavignano e vince il campionato con sei giornate di anticipo

18 Febbraio 2017

La festa della Virtus Aniene dopo il triplice fischio finale. La B è realtà

La festa della Virtus Aniene dopo il triplice fischio finale. La B è realtà

La festa della Virtus Aniene dopo il triplice fischio finale. La B è realtàMancava solo la matematica per suggellare la spendida cavalcata della Virtus Aniene. Matematica che, puntuale, è arrivata al primo tentativo. La corazzata di mister Baldelli supera la Vis Gavignano 8-2 e chiude il campionato con sei giornate di anticipo. Impossibile fare megli di così: venti vittorie su venti partite, miglior attacco, miglior difesa, trionfo nella Coppa Lazio e ancora in corsa nella Coppa Italia. Un cammino perfetto che in estate molti si aspettavano, ma che bisogna sempre confermare sul campo. I ragazzi del presidente Vinci lo hanno fatto, ogni settimana, contro ogni avversario, dimostrando di essere semplicemente la formazione più forte nel panorama regionale.


La gioia di Vinci. E' un presidente raggiante quello che si aggira al di fuori degli spogliatoi, mentre dall'interno si sentono i festeggiamenti di staff e giocatori. Finita la pioggia di champagne, patron Alessio Vinci esprime la sua gioia: “Per noi è un grandissimo traguardo. Non avevamo mai vinto direttamente il campionato, conquistando le promozioni attraverso la Coppa o i play off. Siamo una società nuova e ci affacciamo nel nazionale. Merito del mister, dello staff, dei giocatori e di tutti noi”. Impossibile fare meglio di così per la Virtus Aniene, ancora a punteggio pieno dopo venti giornate: “I ragazzi hanno portato avanti un percorso straordinario. Vincere 20 partite in questa maniera è da marziani. I giocatori si meritano tutto questo, ma questo successo è anche un riconoscimento per il nostro lavoro e per le nostre scelte. Quando abbiamo annunciato alcuni giocatori, qualcuno aveva storto il naso sottovalutando il loro valore. In campo, invece, hanno dimostrato di avere ancora tanto da dare a questo sport. Ora speriamo di andare fino in fondo anche nel nostro terzo obiettivo”.


La gara. Passando al campo, la sfida di Gavignano poteva nascondere qualche insidia per il terreno di gioco piccolo, per l'importanza della gara e per le assenze di Leonaldi, Di Sabatino ed Immordino. La Virtus, invece, ha dimostrato ancora una volta di non avere alcuna esitazione. In avvio il team di Baldelli prende subito in mano le operazioni e si fa vedere al tiro con Beto, ma Latini respinge bene. La Vis risponde con Sinibaldi, ma a sbloccare la sfida è Taloni, che sul secondo palo trova il tocco vincente. I padroni di casa sfiorano il pari sempre con Sinibaldi, che da fuori colpisce il palo esterno. La sfida vive di continui capovolgimenti di fronte: Santonico, Taloni e Medici da una parte, Ceccaroni e Sinibaldi dall'altra chiamano in causa i due portieri. Al 14' la Virtus trova il raddoppio: corner di Beto e tocco vincente di Cittadini. Il tempo di riprendere il gioco e la Vis Gavignano dimezza lo svantaggio con Ceccaroni, che trova la rete con una conclusione da fuori. Nel finale ancora Vis pericolosa con Cerbara e Palombi, mentre la Virtus ci arriva al tiro con Taloni, ben chiuso da Latini.

Il presidente Alessio VinciNella ripresa i ritmi si abbassano leggermente, la Vis ci prova in avvio, ma al 5' è Taloni a trovare il tris su assist al bacio di Santonico. Un minuto più tardi la Virtus si divora il poker, con Monni che manda sull'esterno della rete. Il gol è rimandato di pochi istanti, perché subito dopo è Santonico ad andare a segno. La reazione della Vis non tarda ad arrivare ed Ercoli riporta sotto i padroni di casa. I rossoblu credono nella rimonta e a metà tempo ci vuole un grande intervento di Ottaviani a negare il gol a Sinibaldi. Scampato il pericolo la Virtus allunga nuovamente con Taloni, che chiude il tris personale e la cinquina dei suoi. Poco dopo Cittadini colpisce il palo mentre al 16' Medici insacca il 6-2. Il punto esclamativo sulla gara lo mette il giovane Federico Galbiati, che infila una doppietta in poco più di un minuto a fissare il punteggio sull'8-2 finale.

Negli spogliatoi inizia la festa della Virtus Aniene, ma tra tre giorni sarà di nuovo tempo di tornare in campo. La squadra di Baldelli partirà per la Toscana per affrontare il Futsal Euroflorence per l'andata dei quarti di finale di Coppa Italia. La Virtus Aniene ha già vinto tanto, ma non è ancora sazia.


VIS GAVIGNANO - VIRTUS ANIENE 2-8

VIS GAVIGNANO Latini, Ercoli M., Marchesi, Verbara, Palombi, Sinibaldi F., Sinibaldi A., Ercoli A., Ceccaroni, Caneschi, Debri

VIRTUS ANIENE Ottaviani, Medici, Cittadini, Santonico, Taloni, Monni, Beto, Ballati, Galbiati, Marcone, Forattini ALLENATORE Baldelli

MARCATORI Taloni 3'pt, 5'st, 11'st (A), Cittadini 14'pt (A), Ceccaroni 15'pt (G), Santonico 8'st (A), Ercoli M. 9'st (G), Medici 16'st (A), Galbiati 19'st, 20'st (A)

ARBITRI Serra di Tivoli, Ramieri di Frosinone

NOTE Ammoniti Cerbara, Ercoli M., Latini Falli 2-0, 5-3

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE