Cerca

serie d

Cairate, Cannarecci: "Rimango se andiamo in C2"

Con la Pro Calcio che ha ottenuto matematicamente la promozione il tecnico fa un bilancio sulla stagione e annuncia la sua scelta per il futuro

31 Marzo 2017

Cristiano Cannarecci (©Rao)

Cristiano Cannarecci (©Rao)

Cristiano Cannarecci (©Rao)

Martedì è stata messa definitivamente la parola fine ai sogni di gloria del Cairate. O forse no, perché la Pro Calcio ha conquistato la promozione con quattro giornate di anticipo, ma la squadra di Cristiano Canarecci ha ancora la possibilità di andare in C2 dalla porta secondaria, tramite playoff. In settimana, il presidente Fiorani ha dato la scossa alla squadra, dopo un periodo di alti e bassi. I ragazzi hanno risposto sul campo, battendo 10-2 il Collefiorito: “Martedì sera abbiamo giocato un ottimo futsal – dice il tecnico - sono felice per aver dato spazio allo Juniores Federico Pinna, che ha giocato 10' e si è messo in evidenza. I nostri giovani vanno inseriti con criterio, non possiamo buttarli nella mischia in partite tirate.


D'accordo con le parole del presidente Manuel Fiorani? "Sì, ma dobbiamo analizzare un aspetto. Purtroppo, per un motivo o per un altro, la nostra rosa è ridotta all'osso. È vero che abbiamo la nostra Juniores, ma non va dimenticato che – non avendo una Under 21 – i nostri ragazzi devono fare un doppio salto di categoria e possono andare in difficoltà. Dopo il ko con la Pro Calcio e con la certezza di disputare i playoff, un piccolo calo ci può stare, ma la squadra ha già risposto alla chiamata del nostro presidente"


Martedì è arrivata la promozione della Pro Calcio, che ha fatto i complimenti al Cairate per la battaglia durante la stagione. "Contraccambio i complimenti alla squadra avversaria, a Galante, che è un allenatore che stimo, e a tutto lo staff. Tanto di cappello, perché – come dico sempre – il campo è il giudice supremo. Mi preme però sottolineare che sui due scontri diretti ho una visione diversa, ed è paradossale che nelle nostre due migliori partite dell'anno abbiamo fatto zero punti. La prima è stata sì decisa dagli episodi, ma non sono d'accordo sul fatto che la Pro Calcio poteva vincere in maniera larga. Geracitano ha fatto almeno 7-8 interventi da portiere di categoria nazionale e noi abbiamo preso pali e traverse. Al ritorno avevo preparato la partita nei minimi dettagli, in maniera attenta e minuziosa. Si è detto che è stata brutta e decisa dagli episodi. Non sono d'accordo. Come si può vedere dalle immagini, la nostra è stata una prestazione quasi perfetta a livello difensivo e offensivo, tant'è che ho ricevuto complimenti da allenatori e giocatori del nazionale. Peccato che un errore umano dell'arbitro, che ha fischiato un rigore un metro fuori dall'area, abbia compromesso i nostri sogni di promozione diretta. Che si sono infranti una volta per tutti con il gol del 3-2 segnato con la nostra squadra che si era fermata per un infortunio del giocatore avversario"


Cairate condannato ai playoff, ma quale sarà il futuro di Canarecci? "La mia intenzione è di rimanere qui, ma in Serie C2. Anche se devo fare una critica al Comitato: abbiamo scelto di giocare il sabato per problemi lavorativi e ci siamo trovati in un girone a 18 squadre, dove abbiamo giocato 8 turni infrasettimanali. Penso sarebbe stato più giusto promuovere in C2 almeno due squadre. Invece, se vinceremo i playoff, finiremo nel limbo dei ripescaggi e fino all'ultimo non sapremo se verremo ripescati o meno. Ma va bene così, ci metteremo tutta la buona volontà per centrare l'obiettivo. A breve mi incontrerò con il presidente Fiorani per trovare un accordo sul prossimo anno".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE