Cerca

Serie C2

Blue Green, Sedia e Barbuto: "Crediamoci"

I due dirigenti capitolini caricano la squadra in vista della volata finale in campionato

11 Aprile 2018

Andrea Barbuto (©Rao)

Andrea Barbuto (©Rao)

Andrea Barbuto (©Rao)

Il sabato non scendono in campo, ma a lottare per la salvezza ci sonoanche loro: Andrea Barbuto e Francesco Sedia, il cuore pulsante delBlue Green. Due dirigenti tuttofare, che lottano e soffrono dallapanchina e dalla tribuna.

È stato così anche sabato scorso nel 5-3 al Vallerano. “Quando sono andato via eravamo sul 3-3, poi abbiamo vinto, forse è meglio che non vengo più”, dice ironicamente Barbuto. Il team manager la prende a ridere, ma poi torna subito serio: “Purtroppo in questa stagione ci siamo svegliati tardi, ma siamo duri a morire. Conosco i ragazzi, so quanto tengono a questa maglia, di sicuro non molleranno fino alla fine”. Per Sedia, dirigente accompagnatore, è il primo anno al Blue Green: “Eravamo fiduciosi a inizio anno, lo siamo anche Francesco Sedia (Rao)adesso. Nonostante mille difficoltà nel mezzo del cammino, noi non abbiamo mai perso la speranza. Non partivamo certo per salvarci, eppure adesso ci ritroviamo a lottare per un posto nei playout, ma non abbiamo altri obiettivi”. Intanto, la striscia positiva di vittorie si è allungata a tre. E sabato c'è la Juvenia: batterla significherebbe scavalcarla in classifica e compiere un passo decisivo verso il playout. “Una partita che ha sempre un sapore particolare”, conclude Barbuto, ricordando i precedenti. Parole che fanno eco a quelle di Sedia: “Crediamoci”. Oggi più che mai, la speranza è l'ultima a morire.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni