Cerca

SERIE C2

Zagarolo, la scelta di cuore di Barigelli e Blasi

Intervista al top player e al giovane portiere del club prenestino che la prossima stagione giocherà in Serie C2

14 Luglio 2018

Barigelli e Blasi ©Atletico Zagarolo

Barigelli e Blasi ©Atletico Zagarolo

Barigelli e Blasi ©Atletico Zagarolo

È proprio il caso di dire che Zagarolo ruba il cuore. Simone Barigelli, forse miglior atleta del passato torneo di Serie D con una mole di realizzazioni a dir poco copiosa, ha scelto di vestire la casacca amaranto anche nella prossima stagione, malgrado i legittimi interessamenti di varie società ammaliate dallo strapotere tecnico e dalle capacità di finalizzazione del giocatore di Riccomagno. Lui però è ammaliato da Zagarolo, per la fortuna dei suoi compaesani che potranno ancora vederlo in azione… e della fidanzata, abile e decisiva nel trattenerlo nel suo paese per questioni sportive (visto il grande tifo che gli riserva) e, inevitabilmente, sentimentali.

Simone, perché ancora a Zagarolo?
“Perché Zagarolo è casa. Abbiamo fatto un campionato eccellente lo scorso anno e ora dobbiamo trovare continuità nella nuova sfida che ci pone di fronte questo salto di categoria. Qui mi trovo bene, non c’è motivo per cambiare. Ho avuto soltanto alcuni momenti di titubanza legati agli impegni lavorativi; poi, anche grazie al supporto della mia ragazza, sono riuscito a conciliarli”.

Cosa ti aspetti dalla prossima stagione?
“Credo che siamo un gruppo compatto, l’amicizia che ci lega è un valore aggiunto sul quale non tutti possono contare. Mi dispiace per chi è partito: in realtà mi dispiace per tutti coloro che non ci saranno tranne che per Pellitta, dal quale – chissà! – erediterò la fascia da capitano. Scherzi a parte, il capitano uscente ci mancherà e non poco, e gli faccio un grande in bocca al lupo per il futuro! Non vedo l’ora di conoscere i nuovi acquisti, sono sicuro che ci aiuteranno a lottare per posizioni importanti anche in C2”.

Tra gli eredi di Pellitta c’è Davide Blasi, portiere giovane cresciuto nel vivaio amaranto sul quale la società ripone importanti aspettative.

“Senza Pellitta la squadra si priva di un elemento importante, di un senatore che aveva il suo peso specifico all’interno dello spogliatoio. Sicuramente per me è una chanche in più, prima avevo due grandi portieri, davanti, e ora ne ho uno solo (Caiazzo, ndr). Il mister mi dà sempre fiducia, ne sono contento, mi sprona a lavorare e a migliorare; la stessa fiducia che so di avere da parte di tutto lo spogliatoio. Quando abbiamo iniziato questo progetto, lo scorso anno, l’intento era appunto di avviare un percorso che mi potesse consacrare col tempo come portiere titolare della prima squadra: la prossima stagione aggiungeremo passi a questo percorso, senza fretta ma con la consapevolezza che il momento della consacrazione sia sempre più vicino e che in quel momento dovrò essere al top”.

Che stagione ti aspetti?
“A livello personale voglio migliorare fisicamente e mentalmente, arrivando anch’io a quella condizione necessaria per giocarmi il posto da titolare. La squadra ha grande desiderio di mostrare che la Serie D gli andava stretta, vogliamo essere protagonisti e dire la nostra anche in C2”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE