Cerca

Serie D

TCL Move Up, Bonfini: "Tutti vogliono dare il massimo"

Il portiere orange torna sul ko contro il Colleferro e si proietta al futuro della stagione

24 Gennaio 2019

Emanuele Bonfini

Emanuele Bonfini

Emanuele Bonfini

L’ultima trasferta del girone di andata si conclude amaramente per il roster arancionero. Emanuele Bonfini, estremo difensore alla corte di Bartoli, autore di un’ottima prestazione a Colleferro, è convinto che ogni atleta del sodalizio dei Latini sia proiettato al miglioramento.


Real Legio “Una piccola disattenzione nostra ci ha subito portato in svantaggio, gol sul secondo palo su calcio d'angolo; dopo il pari di Romano siamo andati in difficoltà solo alla fine del primo tempo, avendo commesso 5 falli e subìto una grande quantità di conclusioni”, inizia così Emanuele Bonfini la sua analisi del match contro la Real Legio di Colleferro. Uno dei migliori in campo nella trasferta arancionera, autore anche della neutralizzazione di un tiro libero nella prima frazione. L’ultima gara lontana dalle mura casalinghe del girone di andata non lascia un piacevole ricordo al roster di Bartoli. “Nel secondo tempo la partita è cambiata: ma, nonostante siamo andati meglio dal punto di vista del gioco, abbiamo subito il secondo gol sempre su errore nostro. I tentativi di recuperare la partita, col portiere in movimento e svariate conclusioni, non sono andati a segno, anzi siamo stati anche beffati”, l’ovvio riferimento alla rete dei padroni di casa che ha fissato il risultato sul 3-1.


Situazione La sconfitta al palazzetto di via degli Atleti costringe Bonfini e compagni a subire il sorpasso da parte proprio del Colleferro e l’aggancio dell’Atletico Velletri: la marcatura su punizione di Francesco Romano (3 centri in totale per lui) non è bastata per ottenere punti. “Sono soddisfatto della mia prestazione, di sicuro è una delle migliori che ho fatto finora in questo club. Sono contento di aver parato il tiro libero e di aver aiutato i compagni a mantenere il risultato nei momenti di difficoltà. Da parte di tutti c'è voglia di migliorare e dare sempre il massimo: paghiamo l'inesperienza di alcuni e anche in questa partita abbiamo subito alcune assenze pesanti”, il pensiero di Emanuele, finora l’estremo difensore con più presenze all’attivo e, conseguentemente, con più minutaggio nel parco portieri arancionero. Il quale coglie l’occasione per rivolgere dei saluti. “Vorrei augurare un in bocca al lupo a tutti i portieri e preparatori con i quali ho avuto la fortuna di giocare o di allenarmi. In particolare al mio caro amico Maurizio Rinaldi”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE