Cerca

Serie D

TCL Move Up, Cellanetti: "Tra noi e le prime poca differenza"

Il pivot orange, tornato in campo ed in gol dopo l'infortunio, carica la sua squadra

21 Febbraio 2019

Emiliano Cellanetti

Emiliano Cellanetti

Emiliano Cellanetti

La sfortuna perseguita il roster arancionero, bersagliato nell’ultimo periodo da assenze legate a infortuni e ricadute. Emiliano Cellanetti, tornato in azione (e immediatamente al gol) dopo un mese di stop, sostiene che, a ranghi completi, non ci sarebbe questo eccessivo gap tra la sua squadra e quelle in vetta.


Casalbertone “Conoscevamo la superiorità della capolista, però ho visto anche che con una rosa al completo possiamo dire la nostra contro tutti. Aver battuto la Real Atletico Roma, pochi giorni dopo il mio arrivo a dicembre, è stato un importante segnale”, questo il pensiero di Emiliano Cellanetti che chiude la parentesi Casalbertone: venerdì sera al Roma 3Z la prima della classe ha vinto ma faticando più del dovuto, nonostante le tante assenze arancionere. Lo stesso Cellanetti a riposo per un mese e rientrato proprio per l’occasione (andando tra l’altro in gol), Guitaldi a mezzo servizio, Corso e il portiere Bonfini out. “Queste defezioni hanno il loro importante peso perché la continuità in un campionato è determinante. Se fossimo stati sempre a ranghi completi, secondo me, per noi sarebbe stata tutta un’altra storia”.


Il gap Quella con gli alieni del Casalbertone non è una partita utile a misurare la distanza che separa gli arancioneri dalle posizioni di alta classifica. Ma può essere un buono spunto per una riflessione mirata ad una crescita, mirata a fare quel salto di qualità che la Move Up è chiamata a cercare nel prossimo futuro. “La nostra squadra è un pochino inesperta e nei momenti cruciali è fisiologico che il giocatore che ha meno esperienza vada magari in crisi. Questa è, per esempio, la differenza che passa tra noi e il Casalbertone: contro di noi hanno tirato poche volte e hanno trovato comunque 4 reti, mentre noi non siamo riusciti a fare altrettanto. E di occasioni ne abbiamo avute”. Venerdì arriva un altro test probante: a via Pantane Bartoli e i suoi sono chiamati a dare un segnale di efficace presenza, contro il Villalba secondo in classifica. “Se riusciamo a recuperare alcune personalità importanti credo che possiamo riuscire a dire la nostra con molta più efficacia. Non vedo tutta questa differenza tra chi è ai primi posti in classifica e una squadra come la nostra”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE