Cerca

Serie D

TCL, febbraio a secco. Bartoli: "Crediamo in noi stessi"

La formazione orange cade nel match contro il Villalba e chiude un mese avaro di soddisfazioni

25 Febbraio 2019

TCL al tappeto

TCL al tappeto

TCL al tappeto

Niente da fare per il roster arancionero di stanza a Guidonia. Il Villalba Ocres Moca, secondo nel girone C, fa valere completamente il fattore campo; Bartoli e i suoi non completano la rimonta, Colagrossi segna due reti ma non bastano a mettere punti in cascina. Nonostante un febbraio opaco per la TCL, il tecnico nota una crescita rispetto all’inizio dell’anno e sprona i suoi giocatori ad avere più fiducia nelle loro potenzialità.


Villalba I padroni di casa partono col piede giusto in entrambe le frazioni di gioco: infatti basta loro meno di un minuto di gioco per trovare la via del gol, sia nel primo tempo che nella ripresa. Ad apertura di match ci pensa Contatore a mettere la partita sui binari giusti, nella seconda frazione è Maretto a portare l’Ocres Moca sul doppio vantaggio. Tra i due gol della squadra al secondo posto nel girone C, tanto equilibrio e diverse azioni per entrambi i roster: Lucignani (portiere di giornata al posto dell’infortunato Bonfini) non fa sentire la mancanza del suo collega, sventando un paio di conclusioni avversarie velenose; su sponda arancionera, Cellanetti e Papa insidiano la difesa avversaria con tiri precisi mentre sui piedi di Colagrossi e Verga capitano occasioni ghiottissime purtroppo non capitalizzate. Nella ripresa Bartoli alza leggermente il baricentro della squadra, concedendo qualcosa in più agli avversari per provare a riaprire il match: è così che nascono il secondo e il terzo gol avversario, quest’ultimo al 16’ ad opera di Farina. Nei minuti finali, quando la gara sembra avviarsi alla conclusione senza altre emozioni, gli arancioneri osano il tutto per tutto. Cavinato veste i panni del portiere di movimento per provare una insperata rimonta: ma è troppo tardi, Colagrossi riesce a segnare solamente due reti (al 27’ e al 29’). La sconfitta di misura chiude un febbraio amaro per il sodalizio dei Latini, nessun punto portato a casa finora nel girone di ritorno.


Parola al mister "Si è messa subito in salita ma ci siamo riassestati subito. Qualche azione non finalizzata da parte nostra, questo è lo specchio del risultato: nonostante la buona fase difensiva gli avversari segnano e noi no, spesso ci manca il cinismo. Ma abbiamo fatto una buona prova contro un roster di livello, per giunta su un campo molto diverso dal nostro”, queste le parole di Luciano Bartoli al termine della trasferta a Guidonia: il 3-2 finale, la rimonta avviata ma non completata, le azioni non finalizzate lasciano l’amaro in bocca, ma la prestazione arancionera si è vista. I punti a febbraio non sono arrivati ma va considerato come determinante anche il fattore infortuni. Alcuni giocatori tirano poco il fiato, alcune seconde linee non trovano il modo di incidere in modo efficace. Il tecnico, però, è tranquillo e vede una luce nell’opaco tunnel di risultati in cui si trova la Move Up. “Stiamo crescendo, stiamo migliorando secondo me. I risultati non ci danno ragione al momento ma rispetto a qualche mese fa noto una crescita. Siamo partiti da zero e in rosa abbiamo dei giocatori con poca esperienza che proviamo a far crescere. E oltre la cattiveria e la determinazione su un punto dobbiamo lavorare intensamente: dobbiamo essere più convinti di noi stessi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni