Cerca

Panchine

Ulivi Village, in panchina resta Jacopo Zerbinati

La società di via della Pisana ufficializza il rinnovo del tecnico anche per la prossima stagione

02 Luglio 2019

Jacopo Zerbinati

Jacopo Zerbinati

Jacopo Zerbinati

Jacopo Zerbinati resta alla guida degli Ulivi Village anche in Serie C2. “La scorsa stagione è stata qualcosa di meraviglioso. Abbiamo fatto un lavoro importante tutti dal primo all'ultimo: staff, giocatori, società, tutti quanti davvero. Ci sono state delle difficoltà senz'altro, era pur sempre il secondo anno per questa squadra e per buona parte dei giocatori ma questa squadra non ha mai e dico mai mollato.Abbiamo perso punti all'andata e questo ci ha obbligato a fare un girone di ritorno disumano, nel quale dopo lo scontro diretto vinto in casa contro il Valcanneto abbiamo sbagliato una sola gara. Siamo andati a vincere in casa del Real Palombara in mezzo alla settimana con delle defezioni in un contesto sicuramente complicato con delle assenze alla penultima di campionato e abbiamo vinto negli ultimi minuti in una gara che ci vedeva avanti di 3 lunghezze dopo circa 10 minuti di gioco.Altre partite le abbiamo vinte recuperando uno svantaggio come Babadook, Epiro, Alternavicolo. Ripeto i ragazzi non hanno mai e dico mai mollato e trovare le energie mentali non era affatto semplice. Sono veramente orgoglioso di chi ha fatto parte di questa squadra quest'anno. Una cosa che ho ripetuto piu volte ai ragazzi è che tutti quanti loro sono stati decisivi in almeno un'occasione con un gol o un assist fondamentale e questo è un chiaro segnale del fatto che siamo stati una cosa sola. Siamo arrivati a giocare uno spareggio dove entrambe le squadre erano ai minimi termini di condizione fisica e mentale. Tuttavia la partita è stata intensa anche se non molto spettacolare. Noi eravamo un po’ bloccati, siamo andati sotto con un autogol e abbiamo avuto paura che sul più bello qualcosa andasse storto. In quell'occasione la spinta in più l'hanno data anche dei giocatori che hanno avuto meno spazio quest'anno come ad esempio Marco Terenzio che ha a mio avviso fatto accelerare la nostra manovra facendoci aumentare i giri del motore ma anche Davide Odore che aveva fatto 0 minuti nei tempi regolamentari e che invece nei supplementari ha seriamente rischiato di farci diventare campioni prima dei rigori e tutto questo sempre per lo stesso motivo essere una cosa sola. Nei rigori invece abbiamo capito tutti quanti quanto sia fondamentale fare la visita medica ad inizio anno perché abbiamo iniziato la nostra serie sbagliando il primo rigore. Loro invece hanno segnato, è stato poi impeccabile Palana dal dischetto mentre loro hanno sbagliato i successivi due rigori e ci hanno consegnato probabilmente il pallone più pesante in assoluto. Marco Timo era il giocatore più giusto in quel momento, ero sicuro che avrebbe segnato, tant'è che gli ho detto ‘Marco ti aspetto qui’, anche se quel pallone credo che in realtà lo abbiamo calciato tutti insieme. Ora siamo in C2 al termine di una stagione che ha lasciato qualcosa dentro ognuno di noi. Adesso stiamo lavorando per la prossima stagione, abbiamo preso dei giocatori che vanno a sostituire quelli che abbiamo perso, ma soprattutto per incrementare il valore di questa squadra.Sono tutti quanti ragazzi che hanno una grande voglia dentro, sulla quale sia io che il direttore sportivo Basciano puntiamo molto.La cosa più importante adesso è dimostrare tutti quanti di meritare questa categoria lavorando in maniera seria e intensa”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni