Cerca

Serie C1

La Pisana, Zoppi: "Non si è ragionato con coscienza"

Il direttore sportivo biancorosso dice la sua sulla ripartenza del massimo campionato regionale

02 Aprile 2021

Gianluca Zoppi

Gianluca Zoppi, direttore sportivo de La Pisana

La LND ha dato il via libera, i calendari sono stati pubblicati ed ora c’era anche una data di inizio. Il 17 aprile la Serie C1 tornerà in campo in formato ridotto per giocare una stagione tutta particolare. Molto si è discusso su questa ripartenza e ancora se ne discuterà fino a quando tutto non tornerà alla normalità. Nelle scorse settimane il direttore generale de La Pisana Christian Casadio aveva usato parole critiche e sulla stessa linea si dimostra anche il direttore sportivo biancorosso Gianluca Zoppi: "La mia posizione è molto critica, sono tra quelli che si sono opposti sin da subito ad una ripartenza, sposando la causa portata avanti dalla nostra società. Sono anche deluso da alcune persone che, alla fine, hanno aderito al ritorno in campo. Si è fatto un discorso legato agli sponsor, ma la vera questione deve riguardare la coscienza. Non dobbiamo mai dimenticare che siamo dilettanti e non si può compromettere la propria situazione personale con il rischio di non poter lavorare o di mettere in pericolo i proprio familiari". Quindi parlando di protocolli Gianluca Zoppi aggiunge: "Non è possibile scavalcare i protocolli con direttive approssimative. Serve un programma serio e studiato. Non si è pensato ai ragazzi, ma solo ad altri aspetti, mentre per società come la nostra il futsal rappresenta solo una passione”. Quindi il ds non usa mezzi termini per dire la sua: "Dobbiamo renderci conto che la stagione è finita, che non ha alcun senso tornare in campo per giocare un torneo di 6-7 partite dopo 5-6 mesi di inattività. Oggi bisognerebbe solo pensare a soluzioni valide per una eventuale ripresa il prossimo settembre".

Futuro Una incertezza che, naturalmente, si riflette sui piani societari: "In questo momento è impossibile intavolare progetti o trattative con giocatori o sponsor, dal momento che non sappiamo se e quanto ripartiremo. Società come la nostra, ma come tutte le altri, vive di sponsor e se le aziende non ripartono sicuramente non potremo ripartire noi. L’augurio è che la curva dei contagi possa scendere nelle prossime settimane e che si possa riprendere a svolgere allenamenti collettivi. Il mio non è un discorso sportivo, ma generale. Se torneremo in campo, allora vorrà dire che la situazione del paese sarà in netto miglioramento in termini di aziende, lavoratori, insomma sarebbe un segnale importante per il futuro del nostro paese".

Giovani Un altro tema di grande importanza è quello legato ai giovani: "Su questo aspetto si sta muovendo molto bene il Movimento Futsal Pro, che ha chiesto il blocco degli Under per la prossima stagione. Una proposta che  permetterebbe ai ‘99 di giocare in prima squadra ancora in età di lega, altrimenti si troverebbero letteralmente buttati in una categoria che non conoscono. i giovani pagheranno il prezzo più alto per tutta questa situazione, quindi garantirgli un ulteriore anno da Under permetterebbe di recuperare almeno in parte il tempo perso. Questa è una proposta e non sappiamo se verrà accettata, noi però siamo ottimismi. Il Movimento ha idee valido e speriamo che vengano ascoltate".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE