Cerca

SERIE C1

Albano, Sette: "Ripartenza? Felici, ma c'è anche preoccupazione"

Il tecnico castellano spiega l'umore in casa rossoblù a dieci giorni dal ritorno in campo

13 Aprile 2021

Stefano Sette

Stefano Sette, tecnico dell'Albano (©Gazzetta Regionale)

Con la ripartenza della Serie C1 che slitterà di una settimana, le squadre che saranno impegnate in campo potranno quindi lavorare qualche giorno in più. Tra queste c'è l'Albano, storica realtà del futsal regionale e non solo, che si appresta a vivere una stagione, come sempre, da protagonista: "Ci avviciniamo alla ripartenza con tanta voglia, ma anche con un minimo di preoccupazione". A parlare è il mister castellano Stefano Sette. "Se da una parte i ragazzi non vedono l'ora di ritrovare il campo ed un sano spirito di competizione sportiva, dall'altro c'è un po' di apprensione per la situazione che ci troveremo ad affrontare in relazione ai protocolli e a tutta l'organizzazione che si renderà necessaria". Una preoccupazione che non intacca quelle che sono le ambizioni del club: "L'obiettivo è quello di scendere in campo in ogni partita per fare il meglio e cercare di vincere, sempre facendo crescere i numerosi giovani del nostro vivaio. La situazione sarà particolare vista l'assenza di molte squadre ed un campionato ridotto a poche giornate, ma di fondo rimane la passione che i nostri ragazzi hanno per questo sport e la speranza che questo piccolo spiraglio di stagione rappresenti per tutto il movimento un nuovo inizio".

A differenza di molte altre società, l'Albano ha confermato in blocco la sua rosa iniziale, aggiungendo giusto in paio di pedine negli ultimi giorni. Merito di un vivaio sempre molto attivo negli anni: "Come ormai succede da qualche stagione, fortunatamente, ci ritroviamo ad avere uno zoccolo duro di ragazzi che sono nati e cresciuti in casa e che rappresentano per noi una garanzia di impegno e serietà oltre che di qualità. - spiega mister Sette - La rosa rispetto a settembre è pressochè identica, salvo un paio di ragazzi la cui squadra ha deciso di non prendere parte a questo campionato e che si sono aggiunti la scorsa settimana. Per il resto siamo contenti che, nonostante un lungo periodo di inattività, tutti i giocatori che avevamo a disposizione a siano rimasti con noi. Crediamo questo sia il sintomo dell'ambiente sano e stimolante che permette ai nostri ragazzi di trovare la giusta dimensione e di esprimersi al meglio".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE