Cerca

Serie C Femminile

Atletico Tirrena, Bussu: "E' stato come tornare a dieci anni fa"

Il capitano tirrenico, tornato in campo dopo un lunghissimo stop, racconta le emozioni dell'esordio e guarda all prossima sfida

23 Aprile 2021

Eleonora Bussu

Eleonora Bussu, capitano dell'Atletico Tirrena

Dopo un ritiro dalla scena durato dieci anni, l’ex giocatrice della Roma Eleonora Bussu si rimette in gioco nei panni di laterale della formazione Atletico Tirrena. Eleonora ha iniziato l’intervista così: "Il ritorno in campo ai tempi del covid non è stato facile, tutte le limitazioni hanno reso difficili gli allenamenti. L’assenza di partitelle di riscaldamento durante le sessioni settimanali ci ha penalizzato molto soprattutto sotto il punto di vista fisico e sull’affiatamento della squadra". Proseguendo ha provato a descrivere quali sono state le sue emozioni e sensazioni una volta entrata nel terreno di gioco. "Appena sono scesa in campo è stato come ritornare a dieci anni fa, adrenalina, determinazione e concentrazione necessari per portare a casa i tre punti. Mi era mancato lottare insieme alle mie compagne". Il capitano ha continuato l’intervista volgendo uno sguardo alla sua squadra: "Sicuramente siamo una squadra con un altissimo livello tecnico, il vero problema è che dobbiamo riuscire a conoscerci meglio, essendo poco tempo che giochiamo insieme, sotto questo punto di vista partiamo svantaggiate rispetto alle altre squadre però dalla nostra non mancano la determinazione e la voglia di migliorare insieme".
Nella prima giornata del girone A, le ragazze dell’Atletico hanno pareggiato 3-3 in casa contro la Littoriana, in merito alla partita, Bussu ha detto: "Abbiamo giocato bene ma ci è mancato un po' di fiato nella parte atletica e quello spirito di gruppo che poco a poco si sta formando. Sono certa che dalle prossime giornate riusciremo a migliorare questi aspetti". L’Atletico sarà impegnato nella seconda giornata sul campo della Virtus Fondi, ancora a secco di punti e reduce dalla sconfitta per 9-5 contro il Real Praeneste, da capitano qual è, il laterale ha concluso l’intervista rivolgendo un messaggio di carica alla propria squadra. "Dobbiamo ricordarci di essere una buona squadra e di credere in noi. Domani si deve scendere in campo con la voglia di conquistare i tre punti, non ci manca nulla per ambire alle posizioni alte della classifica".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE