Cerca

Serie C1

Città di Anzio, Papa: "Dispiace vedere l'assenza di molte squadre"

Il segretario generale portodanzese dice la sua sulla ripartenza di domani della Serie C1

23 Aprile 2021

Pasquale Papa

Pasquale Papa, segretario generale del Città di Anzio

Un giorno al via del campionato di Serie C1 ed in casa Città di Anzio è iniziato il conto alla rovescia. Queste la parole di Pasquale Papa, segretario generale del club portodanzese: "Finalmente dopo quasi 6 mesi siamo di nuovo pronti a scendere in campo. Un ritorno per il quale il Città di Anzio si è sempre speso e battuto, e che finalmente diventa concretezza. Mi preme ringraziare personalmente tutte le società che come noi si sono spese e messe in gioco per ripartire anche se non posso nascondere la delusione e la perplessità nel vedere comunque molte squadre assenti per motivi più o meno condivisibili. Con un protocollo ben collaudato e sicuro, non credo ci siano ostacoli per la ripartenza, invece ho notato un accanimento su questioni economiche e politiche che poco riguardano lo sport giocato. Sono convinto che il nostro movimento abbia bisogno di società serie e di persone che possano guardare al futuro di questo sport con ottimismo e professionalità. Tornado al calcio giocato, la nostra società ha fatto il massimo per farsi trovare pronta, cercando di migliorare una rosa già per noi competitiva. L’arrivo in prestito di Musilli (finalmente) e del giovane Tosti, insieme ai rientri di Silvestrini e Cannatà ci mettono nelle condizioni migliori per ripartire. Adesso ci giochiamo le nostre carte in questo mini torneo, dove ci sono pochi calcoli da fare. Mister Di Fazio e Mister Doria non ci deluderanno, abbiamo avuto modo in questi mesi di stop forzato di conoscere meglio Mister Di Fazio, è siamo ancora più convinti che è lui l'uomo giusto per i nostri progetti. Non possiamo nascondere le nostre ambizioni come società, stiamo continuando a lavorare per guardare al futuro con ambizione e solidità. Per questo la nostra società ha trovato un centro sportivo e ne ha fatto la sua casa, e da qui continueremo ad allargare le nostre attività per crescere ancora. Siamo certi che il periodo più negativo di questa maledetta pandemia sia alle spalle, e vogliamo legare il nostro nome sempre di più alla nostra città e alle attività del nostro territorio."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE