Cerca

coronavirus

Vaia "Il vaccino Reithera sarà disponibile da giugno"

Il direttore sanitario dello Spallanzani è intervenuto a Cusano TV Italia ed ha delineato i nuovi scenari per combattere il Covid-19 con un'arma in più

12 Gennaio 2021

Francesco Vaia

Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani (Foto ©radiocolonna)

In Italia la vaccinazione di massa per fermare l'epidemia da Covid-19 è iniziata lo scorso 27 dicembre e i dati aggiornati ad oggi 12 gennaio parlano di 731539 vaccinati (nel Lazio il numero dei vaccini utilizzati è di poco al di sotto delle ottantamila unità). Con l'arrivo delle dosi della Moderna aumenterà la possibilità di vaccinare altre persone e, in attesa del definitivo via libera per il vaccino di Astrazeneca, ce n'è un altro che si avvicina ad essere commercializzato. Si tratta di quello completamente italiano sviluppato dalla Reithera presentato lo scorso 5 gennaio allo Spallanzani, centro nevralgico della lotta alla pandemia sin dai primi giorni (e dove peraltro il Sars Cov2 è stato isolato ndr). Il direttore sanitario dell'istituto di malattie infettive Francesco Vaia è intervenuto a Cusano TV Italia proprio su quest'ultimo ritrovato, indicando i tempi per raggiungere il traguardo. I tempi del passaggio dalla fase 2 alla fase 3 per l'ottenimento del vaccino, ha spiegato potrebbero essere ottenuti tra giugno luglio "Se si verificheranno due condizioni: la prima è che lo Stato italiano, ma questo lo do per scontato, ci dà il suo sostegno in termini di finanziamento. La seconda condizione che stiamo verificando, e che sto verificando io personalmente, è che anche alcuni stati stranieri ci chiederanno di compartecipare, di andare a sperimentare fase 2 e fase 3 lì. E parliamo di stati latinoamericani". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni