Cerca

Il progetto

Asilo Savoia - Tribunale di Roma: rinnovato accordo per messa alla prova

Quasi 30.000 le ore di lavoro di pubblica utilità già erogate a favore della collettività

19 Gennaio 2021

Asilo Savoia

Asilo Savoia

Un nuovo accordo per sistematizzare ed implementare le attività di pubblica utilità assicurate attraverso l’istituto di messa alla prova nei molteplici servizi erogati alla collettività dall’Azienda Pubblica di servizi alla Persona "Asilo Savoia". È quanto rende noto in un apposito comunicato l’ASP, sorta nel 1887 con finalità di assistenza all’infanzia e trasformata in azienda pubblica nel 2019 con la Legge di riforma delle II.PP.A.B. varata dalla Regione Lazio. Grazie alla Convenzione per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità sottoscritta il 31 gennaio 2018 con il Presidente Tribunale Minori ed oggi rinnovato per un ulteriore triennio, l’Asilo Savoia, unica tra le II.PP.A.B. e le ASP di Roma e del Lazio ad operare in tale ambito, ha concorso alla diffusione e all’attuazione delle previsioni di legge che consentono lo svolgimento del cosiddetto "lavoro di pubblica utilità", consistente nella prestazione di attività non retribuita in favore della collettività da svolgersi presso lo Stato, le autonomie locali o presso enti o organizzazioni di assistenza sociale e di volontariato. Nell’arco di circa due anni e mezzo di collaborazione sono state ben 29.328 le ore lavorative prestate gratuitamente da 27 persone ammesse a fruire dei benefici di cui al d.lgs. 28 agosto 2000, n. 274 , cui si aggiungono ulteriori 7 unità per le quali si è in attesa della relativa autorizzazione da parte del Tribunale. "Grazie alla sottoscrizione della nuova convenzione – ha dichiarato il Presidente dell’Asilo Savoia Dott. Massimiliano Monnanni – nel corso del triennio di vigenza dell’accordo la proficua collaborazione con il Tribunale potrà essere ulteriormente implementata in considerazione dell’aumento del numero di soggetti ammessi a fruire del beneficio presso le competenti strutture dell’ASP, i quali passeranno da 10 a 20".

"Si tratta di un importante risultato che, oltre a testimoniare l’elevata reputazione acquisita dall’Asilo Savoia nei confronti delle più importanti Istituzioni dello Stato, rientra in maniera coerente nella strategia di sviluppo dell’Azienda programmata per il triennio 2021-2023, nel corso del quale l’Asilo estenderà in misura significativa la tipologia degli interventi di natura socio-educativa-assistenziale, rivolgendosi a nuovi ed ulteriori target quali le donne vittima di violenza, i neo maggiorenni, le persone in uscita dal circuito di detenzione. In questo senso – conclude il Presidente – il rinnovato accordo e l’aumentata disponibilità delle unità ammissibili ai Programmi di LPU, costituirà un indubbio e qualificante supporto operativo atto a corrispondere ai crescenti fabbisogni sociali delle comunità di Roma e del Lazio".

Tra le sedi dove verrà svolta l’attività anche il Centro sportivo "Don Pino Puglisi" di Via Stefano Vaj 41 e la Palestra della Legalità di Via dell’Idroscalo 103.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE