Cerca

Coronavirus

VIDEO! Dal 26 aprile via libera allo sport di contatto all'aperto

Queste le decisioni del Consiglio dei Ministri e comunicate oggi dal premier Draghi e dal ministro Speranza

17 Aprile 2021

Draghi

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi durante la conferenza di oggi

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha parlato oggi assieme al Ministro della Salute Roberto Speranza. Tra gli argomenti toccati anche quello relativo alle riaperture ed arrivano belle notizie per tutti gli appassionati di sport. La data chiave è quella del 26 aprile, quando torneranno le zone gialle in Italia e nelle quali sarà possibile svolgere qualsiasi tipo di sport di contatto, purché all'aria aperta. Quindi tornano le partite di calcetto e di calcio tra amici, ma anche di basket e tutti gli altri sport amatoriali che si sono dovuti fermare in questi mesi. Una settimana più tardi, dal 1 maggio, riapriranno anche gli stadi, anche se, naturalmente a capienza ridotta. La data successiva sarà quella del 15 maggio quando sarà possibile utilizzare le piscine rigorosamente all'aperto, mentre dal 1 giugno via libera ad alcune attività legate alle palestre. Naturalmente in questi casi bisognerà valutare quelli che saranno i protocolli sanitari, ma la linea del Governo è quella di dare il via ad una serie di riaperture graduali che riguarderanno anche la ristorazione, la scuola, i musei, i cinema i teatri e tutte quelle attività fortemente penalizzate dell'emergenza sanitaria. 

Queste le parole del premier Draghi in apertura di conferenza: "Si può guardare al futuro con prudente ottimismo. Dal 26 aprile tornerà la zona gialla ma introduciamo anche un cambiamento rispetto al passato. Si darà la precedenza alle attività all'aperto, alla ristorazione e alle scuole, che riaprono completamente in presenza nelle zone gialle e arancione, mentre in quelle rosse avranno modalità diverse. Il Governo si prende un rischio ragionato, fondato sui dati in miglioramento, e che incontra le aspettative dei cittadini. Ma si fonda anche sulla premessa che quei provvedimenti per le attività all'aperto siano osservati scrupolosamente: ossia mascherine e distanziamenti. Servirà anche la sensibilità delle autorità e delle forze dell'ordine nel far rispettare i provvedimenti affinché questo rischio ragionato si traduca in una opportunità straordinaria, non solo per l'economia ma anche per la nostra vita sociale".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE