Cerca

investimenti

Borsa: ecco le azioni da monitorare per investire nei prossimi mesi

Mentre il mercato criptovalutario è attraversato da un’elevata volatilità, la Borsa USA prosegue il suo cammino di crescita, con lo S&P 500 che conferma la performance record nei primi 3 mesi di governo Biden

11 Maggio 2021

Borsa: ecco le azioni da monitorare per investire nei prossimi mesi

L’impatto del leader per partito democratico alla Casa Bianca è stato significativo, considerando che il mercato azionario americano è salito di oltre il 24% nei primi 100 giorni della nuova amministrazione.

Anche le Borse europee si preparano alla crescita economica attesa per il secondo semestre 2021, con l’Euro Stoxx che ha superato i 4 mila punti, il DAX 30 della Borsa di Francoforte incrementato dell’11% dall’inizio dell’anno e l’Ftse Mib di quasi il 10%. Bene anche le Borse asiatiche, nonostante l’aumento dei casi di Covid-19 in Cina, India e Giappone, trainate dalle prestazioni economiche degli Stati Uniti e dall’aumento delle materie prime.

Le azioni su cui puntare per cavalcare la crescita economica

D’accordo con quanto riportato su Investireinborsa.org, tra le azioni consigliate all’acquisto ci sono soprattutto titoli tech, automotive e bancari, per i quali viene suggerito un approccio prudente puntando sulla diversificazione del rischio. In particolare, gli esperti raccomandano una strategia cauta, con un corretto bilanciamento di azioni value e growth, per investire sulla fase economica rialzista e approfittare delle opportunità di breve e medio termine, senza trascurare la solidità del portafoglio per il lungo periodo.

Per il comparto tecnologico rimangono ottime le prospettive per i Big Tech americani, con un focus su Amazon in vista delle acquisizioni e delle partnership strategiche del gruppo, mentre Apple presenta potenzialità elevate legate alla ripresa dei consumi. Le aziende del mercato automobilistico dovranno affrontare la sfida della transizione energetica, accelerando sull’elettrificazione della gamma, per questo motivo gli analisti mantengono ancora il rating buy su Tesla in relazione alla crescita sul mercato automotive cinese, con prospettive in rialzo anche per Volkswagen sempre più avanti nella svolta green.

Per quanto riguarda i bancari gli esperti consigliano di monitorare istituti solidi come UniCredit e Intesa Sanpaolo in Italia, mentre negli Stati Uniti sono soprattutto le banche d’investimento come JP Morgan e Goldman Sachs a offrire le prestazioni più interessanti. Attenzione anche al mercato delle commodities, con il gruppo minerario brasiliano Vale che soltanto nel primo trimestre 2021 ha fatto registrare utili per oltre 4,5 miliardi di dollari, risultato favorito dall’incremento dei prezzi delle materie prime e dall’indebolimento del real brasiliano.

Quali indicatori valutare per scegliere le azioni giuste

Nonostante le indicazioni degli analisti siano importanti per capire quali sono i trend da tenere d’occhio, una volta individuati i titoli più interessanti è indispensabile svolgere delle analisi accurate per conto proprio, studiando con attenzione il bilancio delle aziende quotate. Uno degli indicatori più importanti da valutare è la crescita del business, verificando dall’andamento del fatturato se effettivamente l’impresa si trova in una fase espansiva, oppure se sta attraversando un momento di crisi o di stagnazione.

Ovviamente bisogna analizzare anche la capitalizzazione dell’azienda, per studiare in modo specifico i dati operativi in base alle dimensioni dell’impresa, evitando di comparare multinazionali con piccole e medie imprese in quanto richiedono un approccio diverso. Un altro indicatore da utilizzare sono i margini della società, sia quello lordo sia l’utile operativo, informazioni fondamentali per confrontare la redditività di aziende che si trovano nello stesso settore, valutare il livello di rischio e considerando i costi che l’impresa deve sostenere.

Nell’analisi dei titoli in Borsa bisogna tenere conto anche della situazione debitoria, misurando l’esposizione della società nei confronti delle banche, per verificare se il costo dei finanziamenti in relazione al fatturato e all’utile operativo è sostenibile nel lungo termine. Per ottenere un riferimento chiaro e semplice basta dividere l’utile operativo per le spese per interessi, per poi controllare se il risultato dà un numero superiore a uno.

Realizzare l'analisi fondamentale delle società quotate è indispensabile per poter studiare a fondo il business dell’azienda, cercando di comprenderne le prospettive di crescita in base al contesto macroeconomico di riferimento. Ogni investitore deve realizzare le proprie valutazioni partendo dall'analisi dei prezzi e dei bilanci societari, per stabilire quali sono i titoli migliori per la propria strategia operativa, qual è la quotazione più vantaggiosa per aprire una posizione e con quali orizzonti temporali investire.


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni