Cerca

roma capitale

Technotown ha riaperto le sue porte: tante le opportunità

20 Maggio 2022

Technotown

L'ingresso di Technotown

Da giovedì 19 maggio ha riaperto al pubblico Technotown, l’hub della scienza creativa dell'Assessorato alla Scuola, Formazione e Lavoro di Roma Capitale, con l'organizzazione e la cura scientifica di Zètema Progetto Cultura, ospitato dal 2006 nel Villino Medioevale di Villa Torlonia. Dopo circa due anni di chiusura, in cui sono stati realizzati importanti lavori strutturali, di adeguamento dei solai e delle scale, nonché impiantistici ed edilizi per la prevenzione degli incendi, curati dall’area Facility Management e Progetti Speciali di Zètema, Technotown torna completamente accessibile al pubblico e riprende la sua attività con un progetto del tutto nuovo e un diverso pubblico di riferimento. Non più ludoteca scientifica destinata a bambini e ragazzi dagli 8 anni in su, per avvicinarsi alla tecnologia attraverso il gioco, ma una vera e propria fabbrica creativa destinata a ragazze e ragazzi a partire dai 12 anni, un luogo in cui scienza, tecnologia, ingegno, arte e matematica si trasformano in strumenti creativi per educare a realizzare l’impossibile, nuova mission della struttura, con una particolare attenzione alle donne protagoniste del mondo dell’innovazione e della ricerca scientifica. Un nuovo spazio in cui le ragazze e i ragazzi, a partire dall’adolescenza, e con un biglietto d’ingresso speciale pari a 1 euro, potranno scoprire ed esprimere le proprie potenzialità, avvicinarsi al mondo della ricerca e dell’innovazione, ma anche vivere occasioni di incontro, confronto e cooperazione. "Vogliamo fare di questo spazio un luogo vivo e partecipato – dichiara l’Assessora alla Scuola, Formazione e Lavoro, Claudia Pratelli - che attragga ragazzi e ragazze da ogni parte della città. Lanciare la sua riapertura con il biglietto simbolico a 1 euro è il segno che Roma Capitale ha ambizioni grandi. L'opportunità di attraversare un hub così innovativo, una finestra sul mondo della ricerca e della scienza può significare molto per gli studenti e le studentesse della nostra città: questo luogo può essere soprattutto lo strumento per promuovere in modo trasversale e senza alcun pregiudizio di genere, l'accesso alle materie Stem. Farlo in modo orizzontale e paritario". I giovani utenti, supportati dalla mediazione dei tutor, possono partecipare a corsi, incontri, talk e aperitivi scientifici, nonché laboratori creativi che gli consentiranno anche di costruire riciclando e rigenerando materiali abitualmente considerati scarti o non più utilizzabili. Tra le prime proposte, gli incontri Pillole elettroniche, dedicati alla musica elettronica, Ricicla pensa crea, per un uso cosciente e sostenibile della stampante 3D, Calchi e resine a Villa Torlonia e tante attività legate alla fotografia come Metodi di stampa fotografica alternativa: la cianotipia, Upside down: laboratorio di fotografia stenopeica, Camera Oscura: la memoria nella luce, Old School Photography, Ritratto Fotografico in studio.

Le ragazze e i ragazzi possono inoltre prendere parte alle factory creative contribuendo alla creazione condivisa di materiali e contenuti che saranno utilizzati nelle future mostre in programma. Si può iniziare subito con le factory: Officina sonica, per costruire strumenti elettroacustici, Sneak peek 3d maker, per lavorare e creare con la stampante 3d, Calchi resine e lasercutting, per realizzare oggetti in resina, Cianotipia: esperimenti di viraggio del colore e Crea il tuo pinhole, per trasformare qualsiasi oggetto in una macchina fotografica.

 

Altra grande novità è l’apertura, all’interno della struttura, della prima Casa del Podcast al mondo, un luogo fisico per scoprire il mondo dei contenuti audio digitali e imparare a creare podcast raccontando storie, idee e culture. Creata in collaborazione con ASSIPOD - Associazione Italiana Podcasting (www.assipod.org) e con la benedizione di Adam Curry, inventore del podcast, lo spazio propone ai visitatori un’esposizione permanente sulla storia del podcast, un ciclo di incontri mensili di approfondimento sulla cultura del podcasting e, dal 20 al 25 giugno 2022, la Settimana del Podcast, evento annuale di formazione per chi vuole creare podcast e occasione di incontro con le più interessanti realtà del podcasting in Italia.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE