Cerca

nuove frontiere

Investimenti finanziari: quali opportunità oggi con i segnali di trading?

12 Settembre 2022

trading online

I segnali di trading sono uno strumento sempre più ricercato e utilizzato in questi ultimi mesi. Il netto incremento di questi servizi è sicuramente una logica conseguenza del boom fatto registrare dal trading online, che nell’ultimo biennio ha visto avvicinarsi un numero sempre crescente di utenti.

L’utilizzo dei segnali di trading rappresenta quindi una novità importante perché contraddistingue l’avvento dell’ultima frontiera degli investimenti finanziari, ovvero quella che prevede non solo la totale autonomia di un utente ma anche l’ausilio di software algoritmici.

Ovviamente i segnali di trading non sono tutti uguali e le ricerche effettuate sul web mostrano chiaramente che i traders sono spesso alla ricerca di segnali di qualità, che abbiano quindi un elevato livello di affidabilità.

Solitamente i segnali vengono utilizzati, in abbinamento con l’analisi tecnica, per riconoscere il raggiungimento di un livello massimo o minimo di un titolo e far sì che possa combaciare con un buon punto di ingresso o di uscita da un’operazione. I trader con i segnali decidono quindi sempre più spesso se vendere, comprare o vendere allo scoperto dei titoli finanziari.

Le caratteristiche principali dei segnali di trading

Come riportato anche dal portale di approfondimento corsoditradingonline.net, è fondamentale ricorrere a segnali di trading davvero affidabili, affidandosi a quelle piattaforme d’investimento certificate che mettono a disposizione queste risorse in modo del tutto gratuito.

I migliori segnali di trading sono fondamentali per tutti i trader principianti che non sono in grado di fare autonomamente l’analisi tecnica e hanno quindi bisogno di utilizzare i segnali per capire quando vendere o comprare un titolo o per fissare un atteso punto di uscita. Inoltre i segnali possono essere utili anche per gli esperti perché possono offrire un dato aggiuntivo da comparare con l’analisi tecnica.

Si tratta di risorse basate sul calcolo algoritmico dello storico di un titolo, ovvero sull’andamento passato, e su come questo potrebbe riflettersi su quello futuro.

Tutte le tipologie di asset possono essere oggetto dei segnali ma è importante non dimenticare mai che ognuno di questi presenta sempre un certo margine di errore. I segnali che possono essere più facilmente testati sono quelli che hanno una buona percentuale di successo e che per questo vengono considerati come quelli di riferimento del settore.

Questo margine di errore, che è sempre presente ed è più o meno contenuto a seconda dei segnali scelti, dipende dal fatto che i mercati sono piuttosto imprevedibili e presentano sempre una variante dovuta alle novità macroeconomiche.

Come scegliere i segnali di trading per operare sui mercati

I segnali di trading migliori in assoluto non sono necessariamente quelli a pagamento, diversamente da quanto potrebbe essere invece facile ipotizzare. In alcuni casi sono le stesse piattaforme di trading di riferimento del settore a presentare dei segnali di ottima qualità, in quanto sono realizzati dai migliori esperti e hanno lo scopo di offrire funzionalità molto importanti agli iscritti di una piattaforma.

Al tempo stesso è importantissimo evitare i cosiddetti segnali truffa, ovvero quelli che promettono un’affidabilità elevata e poi si rivelano completamente inutili, oltre a prevedere anche un prezzo da pagare, spesso elevato.

Nella scelta dei segnali è importante:

  • Verificare da chi vengono realizzati;

  • Diffidare da guadagni immediati e facili;

  • Leggere le recensioni verificate;

  • Consultare delle guide del settore;

  • Diffidare dei canali criptati;

  • Cercare soluzioni trasparenti.

In generale è altamente sconsigliato cercare dei segnali su Telegram, dove chi li emette o promette di farlo non può essere verificato dalla Consob o dalla magistratura per ovvi problemi di privacy. Le soluzioni migliori attualmente presenti nel mondo del trading online sono sicuramente quelli offerti dai broker, come ad esempio avviene con LiquidityX che è una piattaforma molto attiva anche nella formazione gratuita dei propri iscritti.

Infine è importante non confondere mai i segnali con il trading automatico, la modalità in cui è direttamente un sistema di intelligenza artificiale a gestire delle operazioni. Per scegliere una soluzione di questo tipo è necessario disporre di grande fiducia nei confronti dello strumento, mentre invece i segnali possono essere testati da un trader in maniera graduale, mantenendo sempre il controllo delle posizioni aperte e chiuse.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni