Cerca

la sentenza

Intervista su Gazzetta Regionale: Zarelli si accorda con la Procura

Dieci giorni d'inibizione, l'istituzione di una borsa di studio per gli Associati AIA e dell'evento "Leali fino in fondo" e l'obbligo a pubblicare a proprie spese sulla nostra testata una nota di precisazione e chiarimento: questa la pena concordata dal numero uno del nostro movimento

23 Luglio 2018

Il presidente del Comitato Regionale Lazio Melchiorre Zarelli

Il presidente del Comitato Regionale Lazio Melchiorre Zarelli

L'intervista rilasciata alla nostra testata aveva fatto discutere e creato una frattura senza precedenti tra CRA Lazio e CR Lazio, come testimoniano l'esposto presentato dall'AIA alla Procura Federale e la mancata presenza dei fischietti laziali nel classico appuntamento delle Benemerenze. La sentenza era nell'aria da settimane ed è stata ufficializzata questo pomeriggio: Melchiorre Zarelli è stato condannato dallaProcura a 10 giorni d'inibizione in merito alle dichiarazioni riportate da Gazzetta Regionale nell'ambito dell'inchiesta ESSERE ARBITRO. Il numero uno del nostro movimento ha proposto ed ottenuto un accordo, secondo l'art. 32 sexies del CGS, per non incorrere in sanzioni più pesanti. Oltre al breve periodo di inibizione, il presidente dovrà istituire una borsa di studio in favore degli Associati AIA ed acquistare uno spazio su Gazzetta Regionale per precisare e chiarire le sue parole al massimo organo dei direttori di gara. Il tutto a proprie spese. Di seguito il testo completo del Comunicato Ufficiale FIGC n.22AA del 23/07/2018:


Il presidente del Comitato Regionale Lazio Melchiorre Zarelli


"Vista la comunicazione della Procura Federale relativa al provvedimento di conclusione delle indagini di cui al procedimento n. 1199 pf 17/18 adottato nei confronti del Sig. Melchiorre ZARELLI avente ad oggetto la seguente condotta:


MELCHIORRE ZARELLI, all’epoca dei fatti Presidente del Comitato Regionale Lazio della Lega Nazionale Dilettanti della F.I.G.C., in violazione dell’art. 1 bis, comma 1, e dell’art. 5, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, per avere, nel corso di una intervista concessa e pubblicata alla/dalla testata giornalistica “Gazzetta Regionale” nell’edizione del giorno 23.04.2018, a seguito di una inchiesta condotta da citato giornale sulla problematica della violenza sui campi di calcio ai danni dei direttori di gara, gravemente leso l’onore, il decoro e il prestigio dell’istituzione arbitrale nel suo complesso;


- vista la richiesta di applicazione della sanzione ex art. 32 sexies del Codice di Giustizia Sportiva, formulata dal Sig. Melchiorre ZARELLI;

- vista l’informazione trasmessa alla Procura Generale dello Sport;

- vista la prestazione del consenso da parte della Procura Federale;

- rilevato che il Commissario Straordinario non ha formulato osservazioni in ordine all’accordo raggiunto dalle parti relativo all’applicazione della sanzione di 10 giorni di inibizione, di istituzione (con fondi patrimoniali personali) di una borsa di studio in favore degli associati A.I.A. (con modalità e finalità rimesse alla scelta e discrezione di quest’ultima) del valore di €2.000,00 (duemila/00) complessivi da suddividere in due successive stagioni sportive, di organizzazione della manifestazione “Leali fino in fondo” (volta alla promozione del principio di massima correttezza che tutte le società e i tesserati debbono avere nelle manifestazioni sportive) per due stagioni sportive e di pubblicazione (a proprie spese) sulla testata “La Gazzetta Regionale” di una nota di precisazione e chiarimento rivolta all’A.I.A. per il Sig. Melchiorre ZARELLI;


si rende noto l’accordo come sopra menzionato.


PUBBLICATO IN ROMA IL 23 LUGLIO 2018

IL SEGRETARIO Antonio Di Sebastiano

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO Roberto Fabbricini"


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE