Cerca

L'INTERVISTA

Vis Sora, Cimmarrusti e la femminile: "Stupiti dal Mondiale"

La Polisportiva bianconera presenta il nuovo progetto calcistico colorato di rosa. Il futuro allenatore spiega i motivi della scelta e l'entusiasmo del territorio

19 Agosto 2019

Vis Sora, l'allenatore della femminile Jacopo Cimarrusti

Vis Sora, l'allenatore della femminile Jacopo Cimarrusti

Vis Sora, l'allenatore della femminile Jacopo Cimarrusti

6 milioni e 109 mila spettatori. 44.35% di share. Su Rai Uno. No, non stiamo parlando di una delle serate del Festival di Sanremo, ma del quarto di finale delle Azzurre della CT Milena Bertolini contro l'Olanda. La Nazionale femminile è tornata al Mondiale a vent'anni di distanza dall'edizione di Stati Uniti 1999 e i numeri di Barbara Bonansea, Sara Gama, Laura Giuliani, Cristiana Girelli e compagne, hanno segnato una svolta culturale. Anche a Sora, da sempre contraddistinta da una vocazione per lo sport, inizia la prima avventura del calcio in rosa e sarà la Polisportiva Vis Sora l'apripista di questa nuova era con il campionato di Eccellenza. In vista dell'OpenDay, in programma domani al River Sport di Broccostella, il futuro allenatore bianconero, Jacopo Cimmarrusti, ha descritto gli obiettivi della squadra e l'entusiasmo della scelta in una realtà dove oltre al calcio si praticano anche volley e calcio a 5: "Il successo della nazionale femminile ha inciso a metà. Avevo già in mente di fare qualcosa e sull'onda dell'entusiasmo del Mondiale ho preso questa iniziativa. Giulio Abbate, il presidente della Vis Sora ha sposato il progetto e l'iniziativa è stata accolta con stupore da parecchie persone. Ci siamo mossi inizialmente e distribuendo flyers per invitare le ragazze a partecipare e abbiamo ricevuto molte chiamate".  Tra meno di ventiquattrore  e le pietre miliari di Cimmarrusti saranno i valori che esaltano il collettivo: "Le ragazze che avremo in squadra hanno voglia di fare e convinzione. Il campionato regionale di Eccellenza vedrà squadre già presenti l'anno scorso e novità come noi sull'onda del Mondiale. Noi partiremo da zero, insegneremo calcio, lo spirito di squadra, lo stare insieme e il gruppo saranno i gioielli dal quale partirà tutto il resto. Una cosa nuova per tutti, non ci siamo mai immedesimati in questo campionato e sarà da impostarci e lavorare in modo giusto". Principio non scritto dello sport: perché una squadra funzioni, tutti devono divertirsi e il trainer sorano guarda già al futuro e al desiderio giovanili: "Spero che la società mi dia l'opportunità di creare un vivaio di scuola calcio e settore giovanile tutto al femminile. Vivo la Vis Sora sin dal primo anno e questa nuova sfida sarà un piacere".  Dal 2007 al 2012 Cimmarrusti è stato protagonista con i colori bianconeri sia della Vis, sia del Sora come allenatore e preparatore degli allievi nazionali e della Terza Categoria. Ora, memore della sua esperienza nella Nazionale di tiro con l'arco, dovrà fare centro e regalare un "encantador final" alle giovani calciatrici che abbracciano tutto il territorio: "Cassino, Casalvieri, Atina, Broccostella. Collaboratori preziosi come Annamaria Di Legge sulla parte dirigenziale e Laura Masia - ex calciatrice di Serie B (ndr) - nello staff tecnico da secondo allenatore e team manager". Il 28 agosto tutte di corsa verso il primo allenamento sul Castello di Sora: dall'alto, guardando verso il cielo con gli occhi rivolti ai tanti sogni da realizzare. 













Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE