Cerca

il ricordo

Zarelli ricorda Rossi: "Ha raggiunto traguardi storici"

Il pensiero del Presidente del CR Lazio: "Un allenatore che ha segnato in modo indelebile la storia del Comitato"

13 Febbraio 2020

Melchiorre Zarelli

Melchiorre Zarelli

Melchiorre Zarelli

A nome mio personale e di tutto il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale vogliamo unirci al cordoglio che ha pervaso tutto il calcio laziale per l’improvvisa scomparsa di Maurizio Rossi, un allenatore che ha segnato in modo indelebile la storia ultra centenaria del CR Lazio. Rossi, entrato nella famiglia del Comitato Regionale nel 2005, in dieci anni ha percorso numerose tappe importanti della nostra storia. Sia come allenatore, vincendo per ben 4 volte il titolo italiano al Torneo delle Regioni, e sia come responsabile dell’Attività di Base. Grazie alle sue capacità di tecnico, ha raggiunto traguardi che nessun altro in precedenza era riuscito ad ottenere. Ha guidato le Rappresentative Femminile, Giovanissimi, Allievi e Juniores, vincendo in tutte e quattro le categorie, come mai nessuno. A lui si devono anche i successi nel torneo Karol Wojtyla del 2015 e le due finali raggiunte al torneo Internazionale Roma Caput Mundi, altri due risultati che resteranno scolpiti negli annali. Con la sua passione e voglia di fare calcio, ha contribuito alla crescita e alla valorizzazione calcistica di tantissimi giovani calciatori, lasciando un’importante dote alCR Lazio e a tutto il calcio laziale. Di lui, ricordiamo anche le sue spiccate capacità nell’organizzazione di eventi di grande valore sociale come Calcio in Erba e Stradacalciando, nei quali le attività delle Scuole Calcio del Lazio hanno toccato il loro apice e che hanno raccolto elogi e complimenti dalle più alte cariche istituzionali delcalcio e dello sport italiano.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE