Cerca

L'intervista

Cr Campania, Zigarelli: "Nessun cambio dei campionati"

Il presidente del calcio campano dice la sua sulla ripartenza del suo movimento dilettantistico

02 Dicembre 2020

Carmine Zigarelli

Carmine Zigarelli, presidente del Comitato Regionale della Campania

Un lavoro costante e capillare per restare il più vicino possibile ai club e per aiutarli in questa fase di grande difficoltà generale. Il Presidente del Comitato Regionale della Campania, Carmine Zigarelli, è sempre attivo assieme al suo staff, sia proponendo soluzioni ed iniziative in prima persona, sia per affiancare le società nell'iter che serve per ottenere i bonus ed i finanziamenti a fondo perduto previsti dal governo: “Stiamo continuando a lavorare senza sosta per le nostre società – spiega il numero uno del calcio dilettantistico campano -, sostenendo le loro istanze e seguendole nelle procedure sia del bonus Sport e Salute, che nei contributi a fondo perduto per ASD e SSD. Abbiamo lavorato con gli uffici anche sabato e domenica per il rilascio delle certificazioni necessarie per la richiesta del contributo a fondo perduto forfettario. C'è grande voglia di ritornare in campo e di poter riprendere i Campionati”.

Ritorno in campo E' chiaro che i problemi attuali sono molto complicati da risolvere, ma di pari passo alla crisi economica e sociale, viaggia anche la grande voglia di tutti i protagonisti di ritornare quanto prima sul rettangolo verde ad inseguire il pallone e dare sfogo alla propria passione. Molte sono le proposte che sono state presentate dalle società e dagli stessi Comitati Regionali, in queste settimane, per pianificare il dopo emergenza. Il presidente Zigarelli, con l'approssimarsi della fine delle restrizioni contenute nell'ultimo DPCM, dimostra di voler riportare il calcio della sua regione in campo il più presto possibilie. Addirittura prima delle festività natalizie ormai alle porte: “Nell'ultimo Consiglio direttivo regionale, abbiamo avanzato delle ipotesi, nella consapevolezza che le nostre decisioni sono vincolate alle disposizioni governative. Su mia proposta, frutto delle costanti interlocuzioni con i club campani, e sulla scia delle linee guida della Lega Nazionale Dilettanti, immaginando la possibilità di poter riprendere le attività appena dopo il termine di efficacia dell’attuale DPCM, si ipotizza la ripresa degli allenamenti a partire dal 4 dicembre, per le due settimane successive. Si ipotizza una ripartenza per il week del 19-20 dicembre, prima con i recuperi delle gare non disputate per poi partire con i campionati”. Una ripartenza veloce che, inoltre, permetterebbe di portare a compimento la stagione senza bisogno di ulteriori stravolgimenti regolamentari o di riduzione delle partite programmate ad inizio anno: “Noi ci auguriamo di tornare in campo a dicembre, e non abbiamo previsto alcuna modifica ai nostri Campionati, dato che i gironi dall'Eccellenza a scendere sono composti max da 14 squadre, tali da consentirci uno svolgimento lineare così come stabilito da Comunicato Ufficiale numero 1”.

Questione protocollo Molto si è discusso in queste settimane anche del protocollo sanitario, difficile da attuare tra i dilettanti e che tante questioni ha sollevato sin dalla sua ideazione. Da più parti è stata chiesta, quindi, una modifica di quello attuale per poterlo rendere più facile da mettere in pratica anche per i club non professionistici: “Nella piena consapevolezza che la priorità è la salute, dai club arrivano richieste di possibili modifiche, ma sempre in ottemperanza a quelli che sono i dispositivi normativi. Siamo in attesa delle decisioni della Commissione Tecnico Scientifica sull'impiego del tampone rapido”.

Vicinanza Durante il lock down, ed anche in queste settimane di nuovo stop delle attività, fondamentale è sempre stato il collegamento stretto e diretto tra i club ed il Comitato Regionale. Un confronto che ha permesso di rinsaldare un legame già molto forte in orgine e di capire anche quali siano le necessità dei club: “Il rapporto con le società è quotidiano – spiega il presidente Zigarelli - ed è contraddistinto da un confronto continuo e proficuo. In questo periodo di stop abbiamo organizzato in collaborazione con la Scuola Regionale dello Sport del Coni Campania il corso “Management dello Sport”, in video, a titolo gratuito, a cui hanno partecipato i tesserati dei club. Un'iniziativa molto apprezzata che ha riscosso un grande successo. A breve partiranno i corsi per dirigenti online, sempre a titolo gratuito, per puntare sempre più sulla formazione, che è linfa vitale del nostro mondo”.

La promessa del presidente In attesa di tempi migliori e di una ritrovata normalità, il numero uno campano Carmine Zigarelli manda, infine, un messaggio alle società, ma anche una promessa di massimo impegno fino a che il Covid e la crisi non smetteranno di ostacolare il calcio della sua regione: “Tutti vorremmo vivere una vita normale, ma oggi la nostra normalità presuppone la convivenza con il Covid, e necessariamente delle restrizioni di tipo governativo, a cui da cittadini siamo tenuti a rispettare. Oggi dobbiamo raggiungere il miglior risultato per tutta la nostra grande famiglia con i pochi strumenti a nostra disposizione, perchè il nostro calcio dilettantistico e giovanile ne deve uscire e ne uscirà più forte di prima! Non smetterò mai di battermi per avere sempre più aiuti regionali e nazionali per le nostre società. Grazie di cuore a tutti i Presidenti dei club campani, che da veri ‘eroi silenziosi’, non mollano!”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE