Cerca

in edicola

Bucarelli: "Riforma dello sport? Più oneri per i club, vanno aiutati"

L’analisi del fiscalista sportivo: "Per la questione dei collaboratori sportivi, ASD e le SSD si ritroverebbero a fronteggiare un aumento del costo del 40% per ognuno"

06 Febbraio 2021

Bucarelli: "Riforma dello sport? Più oneri per i club, vanno aiutati"

Dall’introduzione della figura del lavoratore sportivo, alle nuove norme in materia di sicurezza nelle discipline sportive: la nuova proposta di riforma dello sport voluta dall'ex Ministro Spadafora (da vedere se sarà confermata dal nuovo Governo, ndr) ha animato tantissimi dibattiti in politica sportiva negli ultimi mesi e si pone l’obiettivo di semplificare il funzionamento del sistema sportivo, fornendo maggiori tutele a tutti coloro che ne fanno parte. Non sono mancate reazioni forti, per la paura che in realtà tale provvedimento possa stroncare l’intero settore Dilettantistico. Il dottor Andrea Bucarelli, fiscalista sportivo, analizza a 360 gradi l’annosa questione: "Più oneri per i club, che vanno aiutati altrimenti la situazione diventa insostenibile - spiega l'esperto - Oltre all’annullamento del vincolo, c’è anche il riordino delle norme di sicurezza degli impanti e la questione legata ai collaboratori sportivi, riguardo i quali le ASD e le SSD si ritroverebbero a fronteggiare un aumento del costo del 40%". L'approfondimento integrale sarà disponibile sul giornale in edicola lunedì 8 febbraio, acquistabile anche tramite la nostra edicola digitale

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE