Cerca

l'intervista

Cavese, parla Zammarelli "Entusiasta del nuovo incarico"

L'ex Audace e Vis Artena sarà il direttore sportivo della realtà biancoceleste prenestina

22 Luglio 2021

Armando Zammarelli

Armando Zammarelli, nuovo ds della Cavese

Nella rivoluzione tecnica e societaria della Cavese la sua figura ricoprirà un ruolo centrale. Armando Zammarelli ha ricevuto dal presidente Daniele Flavi e dal direttore tecnico Emanuele Giacchè le “chiavi” del club prenestino: sarà lui ad avere in mano le strategie tecniche delle varie selezioni, dalla Seconda categoria fino alla Scuola calcio, passando per il settore giovanile agonistico. L’ex tecnico dei 2005 dell’Audace Genazzano, con cui ha passato le ultime sei stagioni (e prima ancora era stato per ben quindici anni alla Vis Artena), sarà formalmente alla sua prima esperienza da direttore sportivo: "Ma mi sono sempre messo a disposizione delle società in cui sono stato, da ogni punto di vista – dice Zammarrelli – Quando è arrivata la chiamata di Daniele Flavi, che conosco personalmente da tanti anni, e di Emanuele Giacchè, che ho incrociato spesso nel mondo del calcio, non potevo proprio dire di no: mi hanno fatto un’offerta irrinunciabile e soprattutto mi hanno dato totale carta bianca su tutte le decisioni che ovviamente sottoporrò loro. Questo mi ha fatto sentire una forte responsabilità a cui si aggiunge il fatto che da quasi quarant’anni vivo a Cave e dunque volevo fare qualcosa di significativo per questo paese. Sappiamo che dobbiamo ripartire praticamente da zero, ma il lavoro non mi spaventa”. Zammarrelli fa un quadro complessivo parlando dei progetti tecnici dei tre principali settori della nuova Cavese Academy 1919: “Con la Scuola calcio abbiamo fatto già dei raduni e riprenderemo a farli verso fine agosto o inizio settembre. Dobbiamo dare un input forte perché questo paese non può produrre solo trenta tesserati: l’obiettivo è toccare almeno quota cento già nella prima stagione di lavoro e per farlo stiamo proponendo delle quote di iscrizione molto popolari. Tra gli obiettivi c’è pure quello di fare una squadra femminile pura con un tecnico donna di esperienza nel mondo del calcio. Capitolo settore giovanile agonistico: l’anno scorso la Cavese non aveva selezioni e c’è bisogno di un’immediata inversione di tendenza. Al momento siamo convinti di poter fare una Juniores, un gruppo unico di Allievi (con la speranza che i numeri ci consentano di fare due squadre, ndr) e due Giovanissimi. Poi c’è la Seconda categoria che riparte dall’ottima base dello scorso campionato per fare un torneo di vertice: annunceremo l’allenatore entro la fine del mese e sarà un tecnico di spessore”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE