Cerca

L'intervista

Tornatore: "Bella esperienza, ma ora cerco nuove soddisfazioni"

Il bomber romano ha da poco salutato l'Atletico Terme Fiuggi ed ora è pronto per un'altra avventura 

18 Agosto 2021

Atletico Terme Fiuggi, Tornatore (©MixZoneAgency)

Atletico Terme Fiuggi, Tornatore (©MixZoneAgency)

"Ho tanta soddisfazione e qualche rammarico. Sono felice perché ho rilavorato insieme ad una società, al presidente Ciaccia e ad un gruppo molto professionale, che ho ritrovato dopo due anni. Mi dispiace invece aver raccolto poco, rispetto alle prestazioni che facevamo in campo e rispetto ai nomi che avevamo in rosa". Sono queste le prime parole con cui Diego Tornatore ha descritto la sua esperienza all'Atletico Terme Fiuggi, arrivata ormai al capolinea. "Parlare di un nuovo progetto a questo punto della mia carriera mi sembra un po' azzardato. Cerco solo di regalare soddisfazioni a società serie, importanti e che vogliono raggiungere i propri obiettivi senza pressioni che portano spesso i giovani a sbagliare". Una maglia storica e una tifoseria caldissima, è per queste che Diego ha dato tutto se stesso finora, siglando gol che sempre rimarranno nella sua mente: "Il più bello è sicuramente quello segnato a Tolentino. È stata una rete importante perché eravamo in una situazione abbastanza precaria. Sono partito da centrocampo, ho saltato un difensore dal limite dell'area e in diagonale l'ho messa dentro. Finora ne ho segnati più di trecento in carriera, sono molto legato ad ognuno di essi, perché più che la bellezza del gol a darmi soddisfazione è trovarmi al posto giusto al momento giusto". Ancor prima di augurare a sé stesso un altro anno pieno di soddisfazioni, però, è necessario sperare in una ripartenza e in una stagione di ritorno alla normalità. È questo il gol più bello che Diego vorrebbe regalare a sé stesso e agli amanti di questo sport, ritrovarne la vera essenza e il vero divertimento senza timore, né preoccupazioni: "La pandemia ci ha segnato e scombussolato. Sarà difficile tornare a questa "normalità", ma sono sicuro che grazie ai vaccini il campionato non verrà fermato. Dopo l'estate sicuramente i casi cresceranno ma penso che si andrà avanti e porteremo a termine la stagione". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE