Cerca

l'intervista

Daniel Sannipoli: "Devo tanto al Trastevere. Paolo Capodaglio è stato la mia guida"

L'intervista al giovane calciatore del Trastevere, il vincitore dell'ultimo sondaggio social di Serie D

22 Ottobre 2021

Sannipoli (Foto ©Massimo Romani)

Daniel Sannipoli (Foto ©Massimo Romani)

Il vincitore dell'ultimo sondaggio social di Serie D, relativo alla quinta giornata di campionato, è Daniel Sannipoli. Il giovane calciatore del Trastevere ha iniziato di slancio la nuova stagione così come tutta la squadra amaranto. Ecco la sua intervista. 

Ti aspettavi di partecipare al sondaggio e vincerlo?

"No non mi aspettavo di vincerlo, e per questo ringrazio parenti e amici con una citazione in particolare per la "Banda Broccoletto" che si è data molto da fare per far aumentare le reazioni al post".

Quattro vittorie in cinque partite, l'inizio di stagione è stato quasi perfetto...

"Sì, l'inizio di campionato è stato quasi perfetto anche se non meritavamo la sconfitta di Pineto dopo una grande prestazione, ma ci siamo subito rimessi nella retta via battendo il Montegiorgio".

Con la Recanatese sarà una prova di maturità. Come la state preparando?

"La gara con la Recanatese la stiamo preparando al meglio, come ogni settimana il mister ci dà tutte le indicazioni per poter sfruttare al meglio le nostre qualità e far male all'avversario".

Secondo te ci sono i presupposti per ripetere le ultime annate?

"I presupposti ci sono tutti, siamo una squadra collaudata con innesti di grande qualità, abbiamo formato sin da subito un gruppo fantastico che sicuramente sarà la nostra arma in più per competere nei piani alti della classifica".

Sei cresciuto calcisticamente al Trastevere. Che legame hai con questi colori?

"Con il Trastevere ho un legame che dura sin dagli Allievi con cui ho conquistato il titolo regionale, poi ho fatto la trafila nella Juniores nazionale per poi esordire in prima squadra proprio con mister Mazza nella finale play off di Albano 4 anni fa. Devo tanto a questa società che ha creduto sin da subito in me e che anno dopo anno non mi fa mai mancare niente".

C'è un giocatore che ha indossato questa maglia al quale ti sei ispirato?

"Diciamo che in questi anni a Trastevere sono passati tanti giocatori di altissimo livello che sicuramente mi hanno dato grandi consigli aiutandomi nella mia crescita. Se devo citarne uno sicuramente Paolo Capodaglio che nel mio primo anno di Serie D è stato la mia guida".

Sei uno dei classe 2000 qualitativamente più forti in categoria. Ti senti pronto per un eventuale salto nei professionisti?

"Sì, io mi sento pronto per il salto di categoria, quest'anno supererò le 100 presenze con il Trastevere e magari, anche con un pò di fortuna, questo salto potrebbe arrivare. Sicuramente non smetterò di crederci".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE