Cerca

dopo gara

Di Loreto: “La vittoria con il Tolfa è per Damiano Montesi”

Le parole del tecnico della Pro Calcio Tor Sapienza dopo la vittoria di ieri

30 Gennaio 2017

Di Loreto

Di Loreto

Di Loreto

Soddisfatto per il primo tempo, un po’ meno per la ripresa, Cristiano Di Loreto incassa i tre punti contro il Tolfa insieme ai suoi ragazzi grazie al 3 – 2 del Giorgio Castelli.


Al di là della vittoria, la quarta nelle ultime sei, che regala tranquillità alla squadra, oggi vincere aveva un significato più profondo. 

"Ci tenevamo a vincere per dedicare un piccolo pensiero, una dedica a Damiano Montesi, ragazzo del nostro settore giovanile che sta attraversando un momento particolarmente difficile. Oggi è stato più bello di altre volte per questo motivo, ti aspettiamo Damiano e siamo tutti con te".


Dalla dedica all’analisi, il mister spiega il calo nella ripresa del Tor Sapienza.

«Abbiamo disputato un primo tempo eccellente sotto tutti i profili, poi nella ripresa è venuto fuori l’orgoglio del Tolfa che ha provato in tutti i modi a riprenderla. Sicuramente non abbiamo mollato e ci siamo presi i tre punti, lavoreremo per migliorare la gestione, che è un po’ il nostro tallone d’Achille, ma oggi posso dire solo bravi ai ragazzi perché rialzarsi dopo il ko di Ladispoli non era facile. Abbiamo dimostrato qualcosa oggi».


L’esordio di Tancredi, le ottime prestazioni di Ruggiero, Garritano e tutti gli altri. I giovani potrebbero essere l’arma in più del Tor Sapienza?

"Devono esserlo – sottolinea con vigore Di Loreto – la politica della famiglia Armeni è ben nota: i giovani devono giocare e crescere, ovviamente se lo meritano. Conquistando qualche altro punto in più, daremo più fiducia anche a chi ha giocato in meno, ma dai giovani io voglio sempre un pizzico di impegno e cattiveria in più: questo è il contesto ideale per la loro crescita".


Sguardo ad Acquapendente, dove la settimana prossima la battaglia si svolgerà sul campo di terra – per via delle vicissitudini fra comune e la Vigor – contro una squadra affamata di punti salvezza.

"Per l’Acquapendente è una partita da dentro o fuori, sarà durissima perché per loro è forse l’ultima spiaggia.

Non dobbiamo regalare niente a nessuno, e in settimana lavoreremo sull’approccio e sulla testa per disputare una grande partita"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE