Cerca

Pre gara

Civitavecchia, il rebus è a centrocampo

A 24 ore dalla sfida alla Lepanto. Germano alle prese con una vera emergenza in mediana: out i titolatissimi Filangeri e Fatarella

28 Ottobre 2017

Germano (©Caputo)

Germano (©Caputo)

Germano (©Caputo)

Per la prima volta nella stagione mister Antonio Germano è costretto a ridisegnare un reparto, il centrocampo, che ha già di per se, ha delle lacune puramente numeriche.

Fabio Filangeri non ha giocato con l’Almas in Coppa e non sarà arruolabile neanche domani con la Lepanto: il malessere influenzale che lo ha colpito durante il riscaldamento al Fuso si è rilevato più rognoso del previsto.

Senza il metronomo ormai da tre anni in maglia nerazzurra, il tecnico di Cosenza è costretto, giocoforza, a disegnare un Civitavecchia diverso nei tre di centrocampo.

All’assenza di Filangeri si aggiunge anche quella di Giordano Fatarella: Il classe 1999, sempre in campo da inizio stagione con soddisfacenti risultati tra l’altro, è stato fermato dal giudice sportivo: per lui solo tribuna domani.

Premesso che non esistono titolari ne riserve, è doveroso osservare che, Marino, Filangeri, Fatarella sono i tre di mezzo che, in sostanza, sono scesi in campo dal primo minuto in ogni circostanza: non una casualità, le gerarchie esistono.

Con due su tre fuori dalla mischia, l’esperto tecnico calabrese, come detto, presenterà un centrocampo inedito dove, Giorgio Befani, Simone Bezziccheri, Matteo Coco e Daniele Sargolini scalpitano per una maglia, mentre Jacopo Gaudenzi, verosimilmente, dovrebbe rimpiazzare il coetaneo Fatarella, riempiendo in questa maniera la vacante casella idonea al classe 1999 di turno, come regolamento impone.

Dalle scelte attinenti la zona nevralgica del campo dipenderà il resto delle formazione: la difesa appare scontata col dubbio Vincenzi (favorito)-Iacomelli a sinistra, l’attacco sarà al solito un piacevole rebus, potendo Germano contare su un nutrito nucleo di calciatori molto validi da poter impiegare a proprio piacimento, in base anche allo stato di forma e al tipo di partita da affrontare.


Lepanto in risalita. L’avversario che arriverà domani al Fattori è una brutta gatta da pelare: la Lepanto con l’avvento di Paolo Mazza, ha stoppato la Crecas al Fiore in campionato e, imposto una dura lezione (manita inferta) nientemeno che al Ladispoli in Coppa.

Di Ludovico, Spaziani e, soprattutto l’ex di turno Giuffrida, sono le mine vaganti, pericolosissime, a cui la Vecchia dovrà prestare parecchia attenzione.

Il Civitavecchia cerca il primo vero sorriso stagionale: nelle ultime due partite i tirrenici hanno segnato 10 reti senza subirne neanche una: stavolta i presagi per i 3 punti al Fattori sussistono tutti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE