Cerca

Coppa Italia

Delgado riprende il Cynthia: pari Unipomezia a Genzano

Termina 2-2 la semifinale d'andata tra le formazioni di Staffa e Solimina. Per i locali centri di Izzi e Martena, per gli ospiti decisiva la doppietta del numero 7

10 Gennaio 2018

Delgado, il migliore in campo (©Torrisi)

Delgado, il migliore in campo (©Torrisi)

ANDATA SEMIFINALE DI COPPA ITALIA


CYNTHIA – UNIPOMEZIA 2-2

CYNTHIA Orlandi 6, Paletta 6, Paloni 6.5, Fabiani M. 6.5 (36'st Schiavon sv), Scardola 6, Lisari 5.5, Dell'Aquila 5.5, Massimiani 6.5, Di Mario 5.5, Martena 6.5 (22'st Castro 6)(45'st Nuovo sv), Izzi 6.5 (10'st Provaroni 6) PANCHINA Bianchi, Fabiani C., Gambucci ALLENATORE Staffa

UNIPOMEZIA Santi 6.5, Franceschi 5.5 (36'st Marchionne sv), Feragliorni 6, Casavecchia 6.5, Casciotti 6, Ilari 6 (14'st Morelli 6), Delgado 7 (36'st Lupi sv), Porzi 6.5, Ceccarelli 6.5, Valle 6 (20'st Ciaramelletti 6), Ramceski 5.5 PANCHINA Savioli, De Santis, D'Ambrosio ALLENATORE Solimina

MARCATORI Delgado 1'pt e 28'st (U), Izzi 33'pt (C), Martena 45'pt (C)

ARBITRO Morello di Tivoli 5.5

ASSISTENTI Civillini di Tivoli, Leonardi di Ostia Lido

NOTE Ammoniti Paloni, Massimiani, Porzi Angoli 6-0 Rec. 0'pt - 4'st.




Delgado, il migliore in campo (©Torrisi)

Al Comunale di Genzano Cynthia e Unipomezia impattano per 2-2 nella semifinale d'andata di Coppa Italia. Un risultato che avvantaggia l'undici di Solimina in vista della sfida di ritorno in programma tra due mercoledì, ma che lascia sicuramente apertissima la qualificazione anche in virtù di quanto visto in campo. Pronti, via e l'Unipomezia trova già la rete del vantaggio dopo appena quindici secondi: lancio lungo dalle retrovie che spiove al limite dell'area, Ceccarelli fa sponda per Delgado che di destro in diagonale batte Orlandi sul palo più lontano. In questa prima fase è il team rossoblù a fare la partita rintanando quasi i castellani nella propria metà campo. Col passare dei minuti il Cynthia prova a prendere le distanze e al 22' la formazione locale si rende molto pericolosa con Fabiani che, da buona posizione, non trova la porta di un nulla. Al 25' si rivedono gli ospiti con Delgado che cerca Franceschi da una punizione dalla tre quarti, il 99 ci mette la testa ma di fatto consegna tra le braccia di Orlandi. A ridosso della mezz'ora ancora una buona chance per i padroni di casa sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina: Fabiani serve rasoterra Massimiani che di prima intenzione manca il bersaglio di poco. La squadra di Staffa continua a crescere e al 33' arriva al pareggio: Paloni sulla sinistra rivivacizza un pallone che sembrava ormai perso, l'azione prosegue con Izzi che da due passi trova il miracolo di Santi, la palla resta lì ed ancora il numero 11 stavolta gonfia la rete. Il Cynthia prende coraggio e qualche istante più tardi è Scardola ad impegnare Santi con un bel destro da fuori. Nel finale di frazione l'Unipomezia reclama un penalty per il tocco con un braccio di Lisari nel tentativo di allontanare dopo il pasticcio con Orlandi; l'arbitro lascia proseguire. Proprio allo scadere sono i biancazzurri a mettere la freccia portandosi sul 2-1: uno scatenato Paloni impegna Santi in una corta respinta, la sfera diventa buona per Martena che ribadisce in fondo al sacco. Protesta la retroguardia rossoblù per la posizione dell'attaccante castellano che comunque sembrava essere regolare. La gara si fa decisamente più contratta nella ripresa, il gioco risulta spesso spezzettato e stagnante nella zona centrale del campo. Al 28' lampo Unipomezia e gol del 2-2: Casavecchia lancia lungo pescando Ceccarelli, l'attaccante è bravo a liberare Delgado sulla destra con quest'ultimo che incrocia ancora alle spalle di Orlandi. Al 33' si rivede la formazione locale con Castro che tenta da fuori, Santi è ben posizionato e blocca senza problemi. Nel finale ci provano prima i biancazzurri con Schiavon, sul quale blocca Santi, e poi sono gli ospiti a trovare la rete con Lupi ma in netta posizione di fuorigioco. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE