Cerca

Focus

I numeri del Ladispoli di Bosco, domenica arriva il CreCas

Lente di ingrandimento sul cammino fin qui ottimo della capolista del gruppo A. Nel prossimo turno sarà big match contro i sabini di Scorsini

16 Gennaio 2018

Ladispoli, uno scatto della partita contro l'Eretum (foto Facebook)

Ladispoli, uno scatto della partita contro l'Eretum (foto Facebook)

L’Eccellenza ha un solo padrone al momento nel girone A: l’Unione Sportiva Ladispoli. La compagine cara a patron Paris ha cambiato passo e, in concomitanza dei rallentamenti di Crecas, Vis Artena e Città di Ciampino, ha allungato addirittura a +4 dal secondo posto: uno strappo significativo, in un girone dove le distanze in vetta sono state sempre ridotte al minimo tra le pretendenti al successo finale. Cardella, prelevato in estate dalla Boreale Don Orione, è già una scommessa vinta: la forte punta romana ha inciso a rete già 9 volte (miglior marcatore rossoblu poi c’è Niccolò Rocchi a quota 7 ndr).

Ladispoli, uno scatto della partita contro l'Eretum (foto Facebook)


Con 38 goal segnati e solo 19 subiti truppa di Pietro Bosco mantiene un equilibrio perfetto, contraddistinto da 14 successi, 1 pari e 4 sconfitte. Difesa eccelsa che fa perno su Emiliano Leone, Vincenzo Lupo e Gianluigi Salvato, mettendo in risalto al contempo i baby classe 1999 Alessio Gallitano e Alessio Mastrodonato (presenze fisse nella Rappresentativa del Lazio). In porta si alternano gli esperti Lorenzo Agostini e Filippo Travaglini, mentre a centrocampo i fratelli Sganga, Patrizio De Fato, Matteo Tollardo e, soprattutto la stella assoluta Gabriele La Rosa dirigono lo spartito in maniera esemplare. Davanti non alberga un vero bomber ma tanti ottimi profili, veloci, interscambiabili e prolifici come Federico Cardella, Niccolò Rocchi, Andrea Marvelli e dulcis in fondo il veterano tutta qualità e sterzate Antonello Bertino: Manuel Pagliuca, un jolly estroverso, completa il reparto. Il vero regno rossoblu è, come nelle migliori favole l’Angelo Sale: nuova accogliente e moderna dimora tirrenica dove, Leone e compagni, hanno ottenuto 9 successi su 10 incontri giocati: solo il Civitavecchia, al tempo guidata da Germano, ha fermato la capolista sul proprio terreno. Battuta l’Eretum grazie alle reti di Cardella e La Rosa, il Ladispoli ora prepara l’assalto alla sua attuale antagonista: la Crecas Città di Palombara allenata da un mister preparatissimo è qualificato (ha passato il corso a Coverciano ndr) come Marco Scorsini. Al Sale sarà big-match tra stelle assolute per l’Eccellenza: il pericolo numero 1 per i rossoblu si chiamerà Michele Gallaccio. Gallaccio è, probabilmente, il calciatore più ricco di talento di tutta l’Eccellenza laziale. I suoi goal (ben 6 ad oggi) risultano sempre decisivi: cresciuto nella Lazio ha giocato anche in Inghilterra col Chelsea. La Crecas non è solo lui ovviamente ma un collettivo solido e tenace, molto ben organizzato oltre che tatticamente irreprensibile. Una cosa è certa, al Sale Scorsini non può perdere mentre Bosco, con un successo può scappare via e tentare in anticipo, una grande e forse decisiva fuga.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE